Politica Gallipoli 

Dall’ex pretura alla pista ciclabile: finanziati tre progetti di rigenerazione urbana a Gallipoli

La Città Bella tra i 54 comuni pugliesi beneficiari del contributo previsto per investimenti in progetti di rigenerazione urbana. Il sindaco Minerva: “Impegno e passione, abbiamo chiuso l'anno con una notizia straordinaria che cambierà la nostra città”

Gallipoli tra i 54 comuni pugliesi beneficiari della misura prevista dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) con tre progetti che cambieranno il volto della città, quali la realizzazione della pista ciclabile lungo il litorale nord per un importo € 1.100.000,00 e il progetto di adeguamento e messa in sicurezza della strada vicinale Madonna del Carmine” con l'inserimento della viabilità ciclopedonale per un importo di € 1.410.200,00. Terzo progetto, ma non meno importante, quello che prevede gli interventi di restauro conservativo, rifunzionalizzazione e riqualificazione dell'immobile “ex pretura” in via Antonietta De Pace per un importo pari a € 2.300.00.

Il bando statale di rigenerazione urbana consente infatti ai Comuni con più di 15 mila abitanti di ricevere contributi fino a 5 milioni di euro.  Nello specifico, la misura del Consiglio dei Ministri, in seguito al decreto del gennaio 2021, prevede contributi statali per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonchè al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.

“Abbiamo ottenuto ciò per cui abbiamo lavorato - commenta il sindaco Minerva - Un finanziamento importante e che inciderà, in modo decisivo, sull’assetto di Gallipoli. Abbiamo svolto un lavoro sinergico per mesi, abbiamo raccolto le istanze dei cittadini e siamo intervenuti su tre progetti che Gallipoli chiedeva a gran voce. Il primo, l’immobile dell'ex pretura nel centro storico che diventerà la Casa della Cultura che sarà un vero e proprio punto di riferimento per l’intero territorio.

Il secondo, l'allargamento della strada che, per intenderci, dalla località Baia Verde permette di ritornare nella zona del Lido San Giovanni. Una strada secondaria, stretta, buia ma che negli ultimi anni è diventata trafficata e necessaria per la viabilità. Con questo progetto sarà sistemata, ampliata e illuminata.

Ancora, la pista ciclabile che collegherà la città con Lido Conchiglie, un progetto che si inserisce nel macro progetto delle piste dedicate alle mobilità sostenibile. Non abbiamo ancora certi i tempi dell’avvio dei vari cantieri, nelle prossime settimane dedicheremo grandi spazi a questi progetti per informare adeguatamente i cittadini.

Un doveroso ringraziamento al dott. Busti, alla dott.ssa Landolfo per aver seguito con attenzione fino all'ultimo questo progetto e all’avv. Biagio Palumbo, già assessore di questo comune, che lo scorso anno ha seguito il tutto con impegno e dedizione. Questa vittoria è anche merito suo.”

 

Potrebbeinteressarti