Cronaca Gallipoli 

Spaccio e furti a Baia Verde, la Polizia irrompe nella pineta: due arresti

Individuati sette cittadini comunitari che dovranno lasciare il territorio nazionale, perché completamente privi di permesso di soggiorno

Blitz alle prime ore dell’alba nella pineta della Baia Verde. Gli uomini del dispositivo messo a punto dal questore Andrea Valentino, sono entrati simultaneamente in due punti diversi del bosco, negli ultimi anni utilizzato dai cittadini extracomunitari come nascondiglio per droga, cellulari, oggetti preziosi e refurtiva varia.

Due cittadini extracomunitari, un 24enne di origini senegalesi ed un 26enne di origini gambiane peraltro già arrestato per spaccio lo scorso 12 luglio sempre dagli investigatori del Commissariato, sono stati arrestati per detenzione di sostanza stupefacente. Addosso agli arrestati, gli agenti hanno trovato 37 dosi di marijuana, 1 dose di cocaina e 580 euro in contanti di piccolo taglio.

Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro e i due arrestati, risultati irregolari sul territorio nazionale, sono stati condotti in carcere e al termine della detenzione saranno sottoposti ad espulsione dall’Italia;

Sette cittadini extracomunitari, un 26enne gambiano, un 29enne, un 28enne, un 30enne, un 33enne ed un 44enne tutti senegalesi ed un 25enne del Mali, sono stati espulsi dall’Italia, con ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale, perché completamente privi di permesso di soggiorno;

Due cittadini extracomunitari, un 29enne del Senegal ed un 25enne della Costa d’Avorio, si dovranno presentare rispettivamente presso la Questura di Roma e di Bari perché, pur essendo titolari rispettivamente di permesso di soggiorno per motivi di famiglia e motivi umanitari, non hanno saputo giustificare la loro presenza all’alba di questa mattina nella pineta di Baia Verde;

Altri 4 cittadini stranieri, tra cui un cittadino senegalese di 50 anni, trovato in possesso di circa 5 grammi di marijuana e per questo segnalato al Prefetto di Lecce per uso personale a scopo non terapeutico di sostanza stupefacente, dovranno invece presentarsi presso la Questura di Lecce per verificare la propria posizione in considerazione della loro richiesta di asilo politico;

Sono stati inoltre adottati 6 provvedimenti di rimpatrio con fogli di via obbligatorio, un avviso orale ed un provvedimento di sorveglianza speciale di pubblica sicurezza a carico di soggetti dediti a commettere furti, rapine ed estorsioni, spaccio ed atti osceni in luogo pubblico.

Il fiuto dei cani antidroga ha fatto ritrovare nelle siepi della pineta di Baia Verde, nascosta sotto alcune ciabatte, 13 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi, pronta per essere spacciata.

Proprio durante l’operazione di polizia sono stati recuperati quattro portafogli di valore griffati, con all’interno documenti personali, riconsegnati alle vittime derubate poche ore prima e sempre a Baia Verde. Due giovani campani e due giovani donne della provincia di Varese, tutti in vacanza a Gallipoli non avevano ancora fatto in tempo a sporgere denuncia.

Presenti oltre agli agenti del Commissariato di di Gallipoli anche gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce, gli agenti del Reparto Mobile di Taranto, poliziotti della Divisione Anticrimine e della Divisione Immigrazione della Questura di Lecce, le unità cinofile antidroga della Questura di Brindisi ed i “falchi” (poliziotti in moto) della Squadra Mobile oltre alle unità della polizia scientifica che hanno ripreso e documentato tutta l’attività di polizia.

Potrebbeinteressarti