Cronaca Gallipoli Nardò 

Assembramenti e mancato rispetto delle norme anticovid, tre locali chiusi tra Gallipoli e Nardò

Assembramenti e mancato rispetto delle norme anticovid: sono tre i locali chiusi, nel corso di specifiche verifiche da parte dei carabinieri, a Gallipoli. Decine inoltre le denunce per uso di stupefacenti e alcol.

Assembramenti e mancato rispetto delle norme anticovid: sono tre i locali chiusi, nel corso di specifiche verifiche da parte dei carabinieri, a Gallipoli. Decine inoltre le denunce per uso di stupefacenti e alcol. 

I militari, con l’ausilio di un drone, hanno verificato le violazioni: sanzionato un bar, dove i carabinieri hanno riscontrato il mancato rispetto del previsto distanziamento tra i tavoli, sia all'interno che all'esterno del locale, e la presenza di centinaia di giovani avventori tutti assembrati e senza mascherina, intenti a consumare bevande alcoliche, sorprendendo senza i previsti d.i.p. i dipendenti addetti alla somministrazione. I proprietari venivano sanzionati per il mancato rispetto delle misure di prevenzione anticontagio con contestuale chiusura dell’attività per 5 giorni. 

Sanzionata una pizzeria, per il mancato distanziamento tra i tavoli e del limite di capienza del pertinente dehor, con la presenza di centinaia di avventori tutti assembrati e senza mascherina, serviti dai dipendenti addetti alla somministrazione senza i previsti d.i.p.; il proprietario dell’attività commerciale veniva sanzionato per il mancato rispetto delle misure di prevenzione anticontagio con contestuale chiusura del locale per 5 giorni. Stessa sorte per un lido di Nardò dove i carabinieri riscontravano la violazione delle norme anticovid per lo svolgimento di una serata da ballo, con la presenza di centinaia di giovani avventori tutti assembrati e senza mascherina, intenti a consumare bevande alcoliche e a ballare nell'area di pertinenza del locale. La proprietaria veniva sanzionata per il mancato rispetto delle misure di prevenzione anticontagio con la contestuale chiusura dell’attività per 5 giorni. 

Segnalate per uso non terapeutico sostanze stupefacenti 12 persone. Denunciato per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità un 45enne sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno di 3 anni: durante controllo presso la propria abitazione, l’uomo non era rientrato in orario dal permesso concessogli, violando le prescrizioni impartite dall’autorità giudiziaria; e ancora, un 55enne, attualmente sottoposto al regime della semilibertà presso la casa circondariale di Lecce: in permesso premio, durante il controllo di polizia veniva sorpreso in compagnia di persone sottoposte a pregiudizi di polizia, violando le prescrizioni impartite dall’autorità giudiziaria. 

Denunciato per inosservanza della sorveglianza speciale un 62enne, benché colpito da provvedimento della sorveglianza speciale obbligo di permanenza in casa dalle 21 alle 8, per una durata di anni tre, senza alcuna autorizzazione veniva sorpreso all’esterno della propria abitazione fuori dal previsto arco orario; denunciato in stato di libertà per inosservanza prescrizioni del dispositivo del codice antimafia un 48enne, che pur sottoposto a divieto di ritorno nel comune di Nardò, veniva sorpreso lì senza alcuna autorizzazione. 

Denunciato per guida in stato di ebbrezza un 41enne, che sulla Gallipoli – Lecce, all’altezza dello svincolo per Nardò, perdeva il controllo della propria autovettura, finendo sul guardrail, al margine della carreggiata: sottoposto a controllo con etilometro da militari intervenuti sul posto risultava positivo con tasso alcolemico di 1,38 g/l. patente di guida ritirata; stessa sorte per un 47enne, sottoposto a controllo con etilometro e trovato con tasso alcolemico di 1,38 g/l. Per lui patente di guida ritirata e autovettura sottoposta a sequestro; per un 33enne risultato con tasso alcolemico di 0,83 g/l patente di guida ritirata; un 21enne, invece, si rifiutava di sottoporsi a controllo con etilometro, venendo denunciato con ritiro della patente; denunciato un 46enne, sottoposto a controllo con etilometro e trovato con tasso alcolemico di 0,98 e seconda prova 1,03 g/l; nei guai anche un 38enne, controllato dopo aver perso il controllo dell’auto e risultato positivo con tasso alcolemico 1,5 e seconda prova di 2,8 g/l: per lui patente di guida ritirata, autovettura sottoposta sequestro amministrativo per successiva confisca. E ancora: un 29enne che rifiutava di sottoporsi al controllo con etilometro e un 20enne, risultato positivo con tasso alcolemico di 0,83 e seconda prova 0,86 g/l: per lui patente di guida ritirata.

Venivano inoltre identificate 378 persone, fermati 219 veicoli ed elevate 125 contravvenzioni in violazione delle norme relative al codice della strada. 


 

Potrebbeinteressarti