Cronaca Gallipoli 

Scoppia la rissa nell’azienda agricola: colpito al volto con le forbici, perde un occhio

Protagonisti due lavoratori che hanno iniziato a discutere per futili motivi: il responsabile del ferimento era fuggito

Futili motivi alla base della rissa che questa mattina ha coinvolto due lavoratori di un’azienda agricola del gallipolino. Un cittadino extracomunitario di origini senegalesi stava lavorando nei campi insieme ad un cittadino albanese, quando, tra i due è nata una discussione sulla collaborazione nel tagliare l’erba. Il litigio è diventato violentissimo fino a quando il senegalese con un paio di forbici da potatura ha colpito il cittadino albanese ferendolo gravemente all’occhio sinistro.

Il ferito, un ragazzo di 28 anni, è stato accompagnato presso l’ospedale di Gallipoli, da dove, vista la gravità delle condizioni dell’occhio, è stato trasferito a Tricase.

All’esito della Tac, si è resa necessaria una immediata operazione chirurgica per cercare di recuperare l’organo, ma la ferita era così profonda che l’occhio sinistro è stato totalmente compromesso.

Poche ore dopo, nonostante l’aggressore non rispondesse più al telefono dopo essere stato allontanato dal titolare dell’azienda agricola, è stato rintracciato in un comune limitrofo grazie agli accertamenti svolti dagli agenti della squadra volante del Commissariato di Gallipoli.

Il senegalese, di 47 anni, titolare di un permesso di soggiorno per motivi umanitari scaduto ma in fase di rinnovo, è stato arrestato per il reato di tentato omicidio aggravato da futili motivi e accompagnato presso la casa circondariale di Lecce. All’arrestato è stato contestato anche il reato di falso materiale commesso da privato, per essere stato trovato in possesso di un documento d’identità visibilmente contraffatto nella parte relativa all’immagine.

Foto di repertorio


Potrebbeinteressarti