Cronaca Solidarietà Gallipoli 

Solo e col vetro della finestra rotto: per anziano di Gallipoli scatta la solidarietà della polizia

Per l’uomo, vittima di un tentato furto, è scattata la solidarietà degli agenti, che hanno portato un panettone e un cesto di viveri. Proseguono intanto le indagini sulla tentata azione criminale

Ecco un’altra storia che ha fatto scattare la macchina della solidarietà all’interno del Commissariato di polizia di Gallipoli e che ha reso più gratificante l’operato che quotidianamente i poliziotti sono chiamati a svolgere e meno triste questa fine d’anno per un anziano signore gallipolino.

Tutto nasce da un intervento che gli agenti della squadra volante hanno effettuato qualche giorno fa in casa dell’anziano signore per un tentativo di furto commesso da un giovane.

Entrando gli agenti hanno subito percepito il profondo senso di solitudine dell’anziano signore. Dopo averlo quindi tranquillizzato per il tentativo di furto nella sua umile casa, gli agenti hanno fatto un po’ di compagnia all’anziano signore, scambiando con lui qualche chiacchiera.  

E proprio chiacchierando i poliziotti sono venuti a conoscenza del fatto che l’anziano signore già da qualche mese è oggetto di stupidi scherzi ed è deriso da un gruppetto di giovani del vicinato.

Durante il racconto, interrotto più volte dal nodo in gola per la disperazione di essere solo, l’anziano ha indicato agli agenti un vetro di una finestra, danneggiato dolosamente proprio da quel gruppetto di adolescenti. Vetro che lui, da solo, aveva cercato di riparare con del nastro adesivo.

Terminata l’attività di sopralluogo per tentato furto è iniziata quella della solidarietà. Il giorno dopo gli agenti, tolta la divisa ed indossati abiti sportivi, grazie anche alla collaborazione di Roberto, un giovane artigiano di Matino, con chiodi e martello hanno finalmente sistemato la finestra danneggiata.

All’anziano signore, commosso ed incredulo per l’iniziativa degli “agenti sotto copertura”, sono arrivati i migliori auguri per un sereno 2021 con la consegna anche di un panettone e di un cesto di viveri di prima necessità.

Chiaramente sono in corso le indagini per risalire agli autori dei soprusi nei confronti dell’anziano signore. 

Potrebbeinteressarti