Altri Sport Galatina 

Com Cavi Tuscania troppo forte per un’Efficienza Energia Galatina molto soft

Non ha speso più di tanto il sestetto guidato da mister Passaro nel prendere in mano la gara e chiuderla con una netta vittoria per 3-0

Non ha speso più di tanto il sestetto guidato da mister Passaro nel prendere in mano la gara e chiuderla con una netta vittoria per 3-0. Galatina è apparsa un po' sulle gambe, timorosa all’avvio, in affanno nel fondamentale del muro su cui l’opposto di casa ha giocato sapientemente con ripetuti mani e fuori. Ci si aspettava di trovare di fronte un avversario affaticato e poco lucido dopo la fatica dei cinque set sostenuti nella semifinale di coppa, invece capitan Marsili ha menato la danza ai suoi scardinatori e Prosperi l’ha messa in cassaforte con una prestazione di rilievo. Sono bastati appena 90 minuti a Boswinkel e Rossatti, fucilieri di casa, a disinnescare la reazione di un’Efficienza Energia che ha tenuto botta per metà dei set, per poi cedere all’improvviso gravandosi di tanti, troppi errori. Ben 14 al turno di servizio contro la metà dei padroni di casa, nove i muri subiti contro i quatto messi a segno e soprattutto una percentuale realizzativa globale (30%) insufficiente ad impensierire i tuscanesi.

Il solo Antonaci è riuscito a tenere il passo realizzativo dell’opposto di casa (69%) con un 63% di conclusioni e 2 muri punto. Alla luce dei risultati della giornata la situazione in coda è rimasta inalterata, con Galatina che mantiene il -5 su Sabaudia sconfitta ad Alessano e il -6 su Ottaviano sconfitto a Palmi, con il solo Marigliano che ha alimentato di una unità il suo punteggio cadendo in casa propria al quinto set contro Modica. La corsa ovviamente capitan Buracci e soci la dovranno fare sulla Opus Sabaudia che, riposando domenica per turno, potrebbe essere avvicinata dai ragazzi di mister Bua se domenica 27 febbraio riuscissero ad imporsi sulla Omifer Palmi ospite in quel di Taviano. E veniamo alla cronaca.

I set

Si avvantaggia Tuscania con l’opposto olandese tra mani e fuori e lungo linea(8-4), a cui risponde Lotito per il 10-6 (muro su Buracci) che attiva il time out in casa galatinese. Due errori consecutivi al servizio (Buracci e Giljanovic) congelano il +5 per Tuscania che accusa il ritorno dei salentini con un muro di Antonaci sulla pipe di Rossatti e due errori di Stamegna(15-13). Poi il duo Boswinkel-Rossatti affonda sull’acceleratore, Lotito mette a segno la pipe del 21-16 ma i i muri su Giljanovic e Buracci chiudono il primo set per Tuscania sul 25-17.

II set

Apre Menichetti , seguono tre errori degli ospiti  e ben quattro dei viterbesi. Il punteggio è in perfetta parità 9-9. Il muro di Rossatti su Buracci e l’allungo di Boswinkel((12-9) inducono mister Bua a fermare il gioco. Tiene Galatina con un triplice Lotito (12-12), Antonaci e Buracci  rispondono ad un Rossatti esplosivo(17-17) ,poi polveri bagnate per la prima linea salentina con un solo affondo di Giljanovic (20-18 ) dopo l’ultimo time out sfruttato da Bua. Gli ultimi affondi sono di marca laziale con un primo tempo di Stamegna e una pipe di Rossatti. Seconda frazione di gioco per 25-18 appannaggio del Tuscania.

III set

Il muro di Antonaci su Boswinkel (8-6) ferma la raffica di conclusione del fuori mano di casa, che serve un ace convalidato dal video ceck per il 10-6. Giljanovic è più intraprendente (14-9) ma Buracci trova muri invalicabili. Lo sostituisce Lentini, ma gli errori al servizio fanno prendere il volo a capitan Marsili(21-11) che cede la bacchetta della regia a Catinelli .

Firma il punto numero 12 per Galatina l’attacco di Pepe, poi il triplice errore di Boswinkel (è umano anche lui!) e la conclusione di Lentini (22-16) riducono il divario che mister Passaro congela con una richiesta di sospensione. Saranno  in sequenza Menichetti, Marinelli e Boswinkel, intervallati da Lentini, a chiudere definitivamente l’incontro firmando il 25-17 del terzo set.

Fonte: Area comunicazione

Potrebbeinteressarti