Cronaca Galatina 

Trova portafogli con bancomat e pin, non lo riconsegna e preleva 1450 euro: denunciato 69enne

L’uomo aveva recuperato il portafogli in una stazione di servizio, procedendo ad alcuni prelievi: la denuncia del proprietario ha permesso l’avvio delle indagini che hanno portato alla denuncia di un 69enne

Non ha riconsegnato al legittimo proprietario il portafogli che aveva trovato, rimediando una denuncia per appropriazione indebita e ricettazione. Il 15 dicembre scorso, infatti, si presentava presso il commissariato di Galatina un cittadino per sporgere denuncia per lo smarrimento del portafogli: l’uomo, mentre stava per pagare una consumazione presso un bar, si era accorto di non avere più al seguito il proprio portafogli ed inoltre alle successive ore 6.10 dopo aver effettuato, a mezzo applicazione installata sul proprio telefono cellulare, un accesso al proprio home banking, si avvedeva che ignoti avevano effettuato dei prelievi con il bancomat che custodiva all’interno del portafogli, di cui non era più in possesso.

Il denunciante ricostruiva che qualcuno alle ore 5.12 effettuava un prelievo presso l’agenzia della Banca Popolare Pugliese, sita in Galatina, per un ammontare di 1000 euro, alle ore 5.25 un prelievo presso l’Agenzia Intesa San Paolo di Cutrofiano per 250 euro ed in ultimo, effettuava alle ore 5.35 un acquisto di carburante presso una stazione di servizio a Sogliano. Venivano allertate le pattuglie in servizio di controllo del territorio fornendo i dettagli dei luoghi dei prelievi fraudolenti e recuperate immediatamente le registrazioni degli impianti di video-sorveglianza installati, presso le due sedi bancarie nonché della stazione di servizio. Dalla visione delle immagini recuperate, si notava un’autovettura e l’autore dei prelievi la cui descrizione veniva fornita agli agenti del commissariato che si mettevano alla ricerche dell’autore del reato.

Nei giorni successivi, due agenti individuavano nel centro cittadino di Galatina un’autovettura simile a quella utilizzata per i prelievi, che risultava intestata ad un galatinese 69enne: inoltre, gli operatori, riconoscevano nel proprietario del veicolo proprio la persona ripresa dai fotogrammi. Condotto in ufficio, il soggetto sospettato ammetteva subito di aver effettuato dei prelievi fraudolenti utilizzando una carta bancomat, recuperata da un portafogli che aveva trovato per terra in un’area di servizio di Lecce, utilizzando il codice pin che era trascritto su un bigliettino anch’esso contenuto nel portafogli.

Lo stesso sin da subito riconsegnava, estraendola dalla tasca del giubbotto la somma di denaro asportata ed accompagnava gli agenti nel luogo dove aveva gettato il portafogli che all’interno conteneva ancora i documenti della vittima. Lo stesso veniva quindi accompagnato presso gli uffici del commissariato dove si procedeva a riconsegnare la somma di 1485 euro alla vittima, insieme al portafogli e ai documenti in esso contenuti. Alla luce di quanto emerso il 69enne veniva indagato per appropriazione indebita e ricettazione. Particolarmente felice del buon esito dell’attività il derubato, che è riuscito a rientrare in possesso del maltolto. 

Potrebbeinteressarti