Cronaca Galatina 

Una svastica e scritte fasciste sulla sede Cgil: identificato l’autore dello sfregio

Il responsabile, un 29enne di Galatina, rintracciato grazie all’attività della Polizia scientifica: nessuna correlazione con gruppi anarchici o associazioni politiche

È stato identificato l’autore dello sfregio alla sede della Cgil di Galatina. Si tratta di D. M. R. 29enne del posto responsabile di aver affisso sul portone della sede del sindacato, un cartello con la scritta: “Violenza e fascismo”, sopra al quale, con del nastro isolante bianco aveva riprodotto una svastica.

L’uomo, rintracciato grazie ai rilievi della Polizia Scientifica ed alla intensa attività investigativa, è stato condotto negli uffici del Commissariato dove ha immediatamente confessato di essere stato l’autore dell’affissione.

Anche la Digos, parallelamente ai poliziotti del Commissariato, ha condotto indagini per accertare eventuali legami del denunciato con gruppi anarchici o associazioni politiche, ma non sono emersi elementi riconducibili a tali sodalizi.

Potrebbeinteressarti

Punito per aver fatto ''l'infame'', arrestato l'assassino

Ad uccidere due anni fa il 19enne Giampiero Carvone sarebbe stato un 26enne brindisino già agli arresti domiciliari. Alla base dell'omicidio un furto d'auto ad una persona sbagliata e l'aver riferito negli ambienti malavitosi i nomi dei complici.