Altri Sport Galatina 

Serie A3, Sbv Olimpia Galatina a mister Giovanni Stomeo

In attesa del 15 luglio, data ultima fissata dalla Lega di pallavolo per la regolarizzazione della cessione/acquisto dei titoli, a fronte dell’avvenuto parere favorevole espresso dalla stessa, il quadro dei partecipanti è ben delineato

Tra le 24 squadre che daranno vita ai due gironi (A-Bianco e B-blu) esordiranno sei nuove realtà che hanno acquisito i diritti da altri club: il TEAM VOLLEY PORTOMAGGIORE dalla Pallavolo Cisano Bergamasco, la NORMANNA AVERSA dal Cuneo Sport, il SATURNIA ACICASTELLO dalla Bcc Leverano, il VOLLEY PINETO dalla Volley Lube Civitanova ed appunto SALENTO BEST VOLLEY GALATINA da Area Brutia Cosenza, con la denominazione in campionato di Corigliano-Rossano.

A distanza di dieci anni si ripete sulla stessa direttrice appulo-calabra, questa volta in senso inverso, il ritorno a Galatina di un titolo sportivo. Nell’estate del 2010 infatti la SBV, al termine del campionato di serie B1, fu costretta per il disimpegno di alcuni sponsor a ridimensionare i propri programmi e a cedere al Corigliano Calabro il titolo, per poi ripartire dalla serie B2.

Oggi il lavoro in simbiosi tra i massimi responsabili della neonata s.r.l., colloca la SBV OLIMPIA Galatina nella terza serie nazionale affidando, per unità di intenti ed oggettive valutazioni tecniche, la guida a GIOVANNI STOMEO

L’allenatore salentino la cui milizia, prima da giocatore e poi da allenatore, è una stimata e proficua presenza nel volley galatinese, guiderà un gruppo giusto mix tra l’organico della stagione appena conclusa e i nuovi acquisti in fase di trattative.

Il secondo tecnico che lo supporterà nella nuova avventura sarà ancora ANTONIO BRAY, la cui riconferma caldeggiata da Stomeo è stata prioritaria nell’accettazione dell’incarico. Il legame sportivo che lega i due tecnici è ormai consolidato da più di un quinquennio: complementari nel lavoro da svolgere, rispettosi l’uno dell’altro delle proprie competenze e dei ruoli assegnati, la coppia di tecnici viaggia in perfetta sincronia sul parquet.

“Nell’accettare la guida della squadra, afferma Stomeo, ho chiesto come condizione di base la riconferma di Bray e, se non ci fossero veti ostativi di diversa natura, anche dei preparatori atletici e dello staff medico sanitario i quali hanno svolto con grande professionalità e dedizione il lavoro di programmazione concertato, riuscendo a mantenere quasi al top le condizioni psico-fisiche dell’intero roster”.

Fonte: Area comunicazione.

 

Potrebbeinteressarti