Eventi Lecce 

La Fiera di S. Lucia torna nel rispetto della tradizione: ai Teatini dall'8 dicembre

In vendita solo oggetti artigianali legati al presepe.

Dopo lo stop di un anno dovuto al Covid ritorna la tradizionale Fiera di Santa Lucia, l'appuntamento natalizio che da tempo immemore celebra l'artigianato leccese e salentino.

Tradizionalmente la Fiera iniziava il 13 dicembre, giorno dedicato a S.Lucia, e terminava prima di Natale ma negli ultimi anni l’apertura è stata anticipata al fine di soddisfare le aspettative dei numerosi turisti, che visitano la città in occasione del cosiddetto “ponte dell’Immacolata”: il Comune ha dunque deciso di realizzare la Fiera dall' 8 al 22 dicembre 2021.

La location scelta è quella già utilizzata negli anni passati, il chiostro dell’ex convento dei Teatini in via Vittorio Emanuele: «la scelta, si legge nella determina di Giunta, è determinata dall’esigenza di contenere le spese, che nel caso di montaggio di una struttura apposita sarebbero superiori, ma anche dalla necessità di evitare assembramenti in luoghi chiusi; è preferibile, quindi, utilizzare prioritariamente gli spazi aperti sotto il porticato e, in misura minore le salette attigue nelle quali è comunque possibile provvedere agevolmente al ricambio di aria. Al fine di evitare i contagi saranno predisposte tutte le misure disposte dalla Legge, in particolare il controllo del green pass e l'uso della mascherina al chiuso».

Per quanto riguarda le tipologie di manufatti, quest’anno l’esposizione sarà ristretta a figure presepiali in terracotta e/o in cartapesta, a presepi (capanne, grotte e presepi completi), ad accessori per presepe (casette, pozzetti, alberelli ecc.); il numero dei partecipanti, infatti, dovrà essere inferiore a quello delle precedenti edizioni per garantire il distanziamento tra gli espositori in osservanza delle disposizioni vigenti in materia di contenimento del contagio da Coronavirus. Non potrà essere ammessa, quindi la partecipazione per la categoria “oggettistica natalizia”, presente nelle precedenti edizioni, anche se non può escludersi che alcuni espositori delle categorie terracotta e cartapesta possano esporre piccoli manufatti di oggettistica natalizia artigianale, purché non costituiscano la principale tipologia presentata. Alla base di questa scelta c'è la volontà del Comune di recuperare le caratteristiche originarie della Fiera: «Pur privilegiando le rappresentazioni tradizionali del presepe salentino, saranno ammesse anche rappresentazioni più moderne, garantendo il giusto equilibrio tra tradizione ed espressioni di innovazione. La selezione dovrà avvenire ad opera di un'apposita commissione sulla base della qualità dei manufatti (applicazione corretta delle procedure tecniche, precisione, cura dei dettagli ecc.), dell'aspetto estetico (armonia delle forme e dei colori, rispetto delle proporzioni ecc.), dell'anzianità di partecipazione alla Fiera degli espositori».


  

Potrebbeinteressarti


Il Cosmic Vegan Fest fa tappa a Lecce

Da oggi al 21 agosto il festival olistico prevede concerti, seminari, cinema, conferenze, meditazioni, yoga, astrologia, iniziative sullo sciamanismo, sul benessere, sulla sana alimentazione.