Eventi Maglie 

“Gemme di Maglie”: un premio alle eccellenze del territorio

Un riconoscimento alle persone, associazioni e personalità che operano in ambito economico, artigianale, culturale ed artistico, sportivo e del volontariato che si sono distinte e che hanno dato lustro alla comunità del comune dell’Entroterra Idruntino

Stasera alle 20,30 Villa Tamborrino a Maglie sarà il palcoscenico dal quale saranno premiate le “Gemme di Maglie”, un riconoscimento alle persone, associazioni e personalità che operano in ambito economico, artigianale, culturale ed artistico, sportivo e del volontariato che si sono distinte e che hanno dato lustro alla comunità del comune dell’Entroterra Idruntino.

Gemme di Maglie, alla quinta edizione, è organizzato dalla Fondazione Francesca Capece in collaborazione con il Comune di Maglie che premia i vari settori importanti che sono punto di riferimento della comunità, quest’anno come nella passata edizione saranno premiate anche le eccellenze nel mondo della scuola.

I premiati saranno: la Corte de' Miracoli, per l'impegno costante nella condivisione dell'arte del teatro, dell'intrattenimento in generale, per aver fatto rinascere l’idea e l’amore per il teatro a Maglie e per l’intuizione felice di Chiari di Luna.

L’associazione il Ciclone - Fiab Cicloamici per la promozione di una cultura di viaggio attraverso le due ruote e del rispetto della natura, della sostenibilità e per l’impegno continuo e ventennale per una mobilità sostenibile; il Club Toma, custode della storia e della memoria della squadra della Città di Maglie, per il suo apporto nel sociale e punto di riferimento per la comunità in tutti questi anni; il giornalista Pino Refolo, per la professionalità nel giornalismo e nell'editoria; i fratelli Totò e Fernando Ruggeri, costruttori, per l'impegno profuso nello svolgimento della propria attività lavorativa che ha cambiato, negli anni, il volto di Maglie.

L'artista Tina Marzo per la lungimiranza nel rendere l'arte fruibile a tutti attraverso le sue mostre interattive. Dimensione Danza, uno sport che, soprattutto nei giovani, insegna rigore, disciplina e rispetto delle regole. Infine l'Istituto professionale agrario Lanoce che ha visto classificarsi Antonio Marzo, suo studente del quarto nell'anno scolastico appena trascorso, al primo posto del Concorso Nazionale degli Istituti Agrari.

“Mi piace l'idea di poter rendere un omaggio a tutti quei cittadini magliesi che, anche in assenza di titoli altisonanti, hanno dato lustro alla nostra città con la loro attività od anche solo grazie alla loro personalità carismatica e a tutte le associazioni di volontariato, che si impegnano ogni giorno con spirito di grande liberalità, mettendosi a disposizione della cittadinanza.

Mi preme sottolineare –continua Rossano Rizzo presidente della Fondazione Capece- come il premio evidenzi che le eccellenze sono in ogni settore ed ambito della vita e delle società di chi opera ogni giorno con impegno, passione ed amore sia nel proprio lavoro che nel suo apporto nella società e verso la comunità. Concludo evidenziando il riconoscimento al giovane studente del quarto anno dell’Istituto professionale Egidio Lanoce, perché ci fa capire che con impegno, dedizione e professionalità si può eccellere anche negli istituti tecnico pratici contrariamente a quanto solitamente si pensa.” Rossano Rizzo

“Siamo contenti –dichiara il sindaco Ernesto Toma- che, dopo lo stop pandemico dello scorso anno, si ritorni a premiare e a riconoscere quelle che sono le “Gemme di Maglie”. I premiati sono solo alcune delle tante eccellenze e delle numerose persone che quotidianamente si impegnano per il bene della nostra comunità, ma il premio è importante perché riconosce e dimostra come ognuno possa eccellere nella vita di ogni giorno.”

Andrea Tafuro 


Potrebbeinteressarti