Eventi Politica Lecce 

Stand-up politcs a Belloluogo: a Lecce il format interattivo delle Sardine

Appuntamento nel capoluogo salentino con le Sardine: parteciperanno come ospiti Nichi Vendola, Elly Schlein, Peppe Provenzano, Sandro Ruotolo, Fabrizio Barca

Un microfono e tante visioni da raccontare e condividere per guardare al futuro e non sprofondare nel passato: c’è questo in “Stand-up politics – visioni dal Sud”, l’evento organizzato dalle Sardine e che fa tappa a Lecce, a partire dalle 20.30, stasera, nel parco di Belloluogo.

Con l’aiuto di Nichi Vendola, Elly Schlein, Peppe Provenzano, Sandro Ruotolo, Fabrizio Barca e tanti altri nasce un nuovo format di contaminazione sociale e di esercizio politico interattivo.

«La Puglia – dichiarano gli organizzatori - non è un gambero. I pugliesi non lo sono. Non riavvolgeremo il filo degli ultimi 15 anni. Perché la memoria è una cosa seria e oggi la Puglia è un posto migliore. Siamo sardine. Ce ne intendiamo di mare. E il mare che navigavamo prima del 2005 non ci piace. Era il mare degli scandali della sanità, dei bond da 870 milioni di euro con Merryl Linch e Dexia Crediop, dell’ARPA ridotta all’osso, degli atti d’intesa pro ILVA, di una Puglia regione del Sud senza reputazione, senza respiro, con i ragazzi costretti alla fuga».

«Quel buio era talmente “fitto” – evidenziano - che la Puglia decise di essere coraggiosa fino a scegliere, nel 2005, il presidente che cambiò per sempre il suo destino. Furono gli anni di Nichi: dell’agricoltura pugliese conosciuta in tutto il mondo, dei Bollenti Spiriti, di Puglia Promozione, dell’Apulia Film Commission, dei numeri a due cifre sull’incoming turistico. Poi Michele Emiliano e gli anni dei risultati da confermare, far crescere, consolidare. Non faremo l’elenco delle cose fatte e di quelle ancora da fare, ma saremo fosforo (il pesce, si sa, ne è ricco) nella mente della Puglia che non è un gambero. Che non tornerà indietro. Racconteremo di questa primavera che non possiamo far sfiorire e lo faremo, come al solito, dove le sardine si sentono più a loro agio, nella prossimità delle persone e delle loro menti».

 

Potrebbeinteressarti