Corigliano D'Otranto Eventi Musicali 

La banda de lu mbroia, omaggio a Giorgio Gaber

Concerto questa sera a Corigliano d'Otranto e domani io ti cielo - Frida Kahlo, spettacolo di e con Aurelia Cipollini.

Prosegue nel week end la programmazione di concerti dell'Art&Lab Lu Mbroia di Corigliano d'Otranto. Venerdì 29 luglio (ore 21:30 - contributo associativo 7 euro) appuntamento con La Banda de lu Mbroia. Una banda di circa venti elementi, tra fiati e percussioni, in un uliveto, tra luci e piante secolari, un repertorio insolito per una banda che spazia dalle Hits di Frank Sinatra fino ai grandi successi di Carlos Santana, dal Boogie a We are the World, dai Queen a George Gershwin, dalle grandi Colonne Sonore fino agli ABBA.

L’ensemble, composto da bandisti militanti nelle più importanti bande del territorio salentino e non solo, condurrà in un viaggio del tutto inusuale. La Banda de Lu Mbroia, ha all’attivo vari concerti e la registrazione del CD “Viva il Re!” del cantautore Massimo Donno, album considerato da “Il giornale della Musica” come uno dei migliori 20 album di World Music usciti in Europa nel 2017, ed uno dei 10 migliori album indie italiani usciti nel 2017 per il sito www.smemoranda.it.

Sabato 30 luglio (ore 21:30 - contributo associativo 7 euro) in programma “Chiedo scusa se parlo di Giorgio, il sincero e appassionato tributo acustico, di canzoni e di letture di monologhi recitati, che il cantautore Luigi Mariano, vincitore di molti prestigiosi premi nazionali, ha voluto ideare e portare in giro da molti anni (fin dal 2006). Lo spettacolo nasce per ricordare Giorgio Gaber, cantante e attore milanese di origini friulane, inventore dell’ormai celebre “teatro-canzone” e definito da Roberto Vecchioni, ma non solo da lui, “il più grande uomo di spettacolo del secolo scorso ”.

Luigi Mariano è da solo sul palco, con chitarra, coraggio, estrema passione e quasi senso del dovere, forte sia della notevole stima che fin dal 2008 la stessa “Fondazione Gaber” nutre per lui come cantautore e sia anche delle lusinghiere considerazioni che la stampa nazionale e locale (nonché critici musicali importanti come Stefano Mannucci e Andrea Scanzi de “Il fatto” o showman come Fiorello, Cristicchi o Neri Marcorè, con cui ha varie volte duettato) hanno più volte espresso riguardo al suo approccio artistico, che ha di sicuro avuto in Gaber una delle influenze e ispirazioni maggiori. Recentemente è uscito il nuovo cd Mondo Acido” (Esordisco).

Domenica 31 luglio (ore 21:30 - contributo associativo 7 euro) in scena Io ti cielo – Frida Kahlo, spettacolo di e con Aurelia Cipollini. Uno spettacolo che ripercorre la vita di una delle più grandi pittrici del Novecento sullo sfondo del Messico rivoluzionario. Scatti di un'esistenza tormentata, passionale, violenta; di una donna folle, dolcissima e innamorata della vita.

È lecito inventare dei verbi nuovi? Voglio regalartene uno: io ti cielo, così che le mie ali possano distendersi smisuratamente per amarti senza confini, diceva l'artista. Lo spettacolo - liberamente tratto dalla biografia firmata nel 1983 dalla storica dell'arte Hayden Herrera per la casa editrice Harper Perennial e tradotta in Italia da Maria Nadotti per Neri Pozza - vedrà sul palco anche il cantautore Massimo Donno (voce e chitarra) e il percussionista Francesco Pellizzari. La voce registrata è di Tomas Acosta.


Potrebbeinteressarti