Enogastronomia Solidarietà Lecce 

Fase 2, solidarietà digitale e intuizioni culinarie per ripartire

Solidarietà digitale e nuove idee commerciali per ripartire nella fase 2 dell’emergenza sanitaria. Iniziative innovative, promosse da imprenditori e ristoratori, per far fronte alla crisi lavorativa seguita al lockdown

A Lecce, la software house di applicazioni e servizi di information technology, Icosone ha aderito all’iniziativa di “solidarietà digitale” attraverso il servizio di pubblica utilità “C’è Posto”. Una piattaforma in cloud, gratuita sino al 30 giugno, a sostegno di Enti, imprese e professionisti e che permette ai cittadini di prenotare online appuntamenti e servizi.

I clienti comodamente da casa, potranno quindi accedere al servizio di prenotazione attraverso il sito istituzionale degli Enti, dell’imprese o dei professionisti, dalle loro fan page social, dall’app o dal portale online di C’è Posto, e fissare un servizio, una consulenza o una prestazione in totale autonomia (7 giorni su 7, 24 ore su 24), senza la necessità di interagire con la segreteria erogatrice del servizio.

Nuove idee per la fase 2 che abbracciano anche il campo della ristorazione. Tra queste l’intuizione culinaria del “sushi burger” firmata in città dal Daiki restaurant. “E’ un piatto completo, uguale a un hamburger, come dimensioni - sottolinea il titolare Cristian Cifelli. In menù si può scegliere fra cotoletta di pollo, salmone, tonno rosso e un tris di pesce (salmone, tonno rosso e branzino), che viene presentato con le fattezze di un hamburger, in più strati dove il pane è sostituito dal riso venere, il formaggio da quello bianco, e verdura e ortaggi - che siano cetrioli, pomodori o avocado - non mancano, come pure le salse”.

E così in tempi di coronavirus l’inventiva commerciale pare rappresentare la via maestra per ripartire.

Andrea Tafuro

Potrebbeinteressarti