Economia e lavoro 

Nuove imprese a tasso zero: Federaziende in campo per i giovani imprenditori

Nuove imprese a tasso zero, l’incentivo a sostegno dei giovani imprenditori e delle micro imprese italiane prende forma

Nuove imprese a tasso zero, l’incentivo a sostegno dei giovani imprenditori e delle micro imprese italiane prende forma. Attraverso l’agenzia governativa Invitalia, è possibile poter accedere a importanti incentivi e agevolazioni fiscali, tutte rivolte ai giovani imprenditori. Grazie al supporto dell’Agenzia nazionale per lo  sviluppo d’impresa, giovani dai 18 ai 35 anni o donne di tutte le età, potranno finalmente realizzare il loro sogno di micro impresa.

E’ stata introdotta la possibilità ad una platea più ampia, di poter accedere ad un vantaggioso finanziamento. Possono avanzare domanda non solo quelle società che si sono costituite negli ultimi 12 mesi, ma anche quelle in essere da 5 anni a questa parte. Le società devono essere state formate nell’arco di 3 anni, ma sempre entro il lasso di tempo massimo di 5 anni.

Questa nuova formulazione di incentivi per giovani, prevede l’innalzamento del tetto del finanziamento erogabile, per quelle imprese in possesso di uno storico più lungo. Tali imprese avranno accesso ad usufruire di un finanziamento, fino a 3 milioni di euro, al netto dell’IVA. Altra novità inserita in questa agevolazione finanziaria, è l’adozione del fondo perduto, unitamente al tasso agevolato che per le Aziende più anziane è pari a zero.

Coloro che vorranno accedere ai finanziamenti per mezzo di Invitalia, potranno accedere su una tipologia di supporto economico che andrà a copertura fino ad un massimo del 90% della spesa ammessa. Il fondo perduto del finanziamento sarà quindi pari al 20% dell’investimento. Le giovani Aziende potranno richiedere anche un ulteriore finanziamento. Potranno così  coprire le spese riguardanti l’acquisto di materie prime o di quei servizi fondamentali per lo svolgersi dell’attività.

Le imprese che vantano una costituzione non oltre i 3 anni di vita, potranno presentare progetti d’investimento per un valore massimo pari a 1.5 milioni di euro. I settori interessati da tale forma di finanziamento devono rientrare nelle categorie del turismo, servizio, manifatturiero o commercio.

Le imprese con costituzione di almeno 3 anni e non più di 5, potranno presentare invece progetti d’investimento fino ad un tetto pari a 3 milioni di euro. Tali fondi saranno sempre da destinare allo sviluppo di iniziative, ampliamenti, trasformazioni o diversificazioni aziendali, riguardanti i settori turismo, servizio, manifatturiero o commercio.

Sarà possibile a partire dal prossimo 19 maggio 2021 presentare la domanda per accedere ai finanziamenti proposti da Invitalia. Basterà attenersi  alla Circolare n. 117378 dell’8 aprile 2021 – e successiva modifica limitatamente all’allegato A – della Direzione generale per gli incentivi alle imprese – Ministero dello sviluppo economico. FEDERAZIENDE ha istituito uno sportello dedicato per fornire utili informazioni sulla nuova misura e per supportare i giovani imprenditori ad istruire le richieste di finanziamento. Per maggiori informazioni è possibile contattare gli uffici dell'associazione al numero 0832-606488 oppure scrivendo a federaziende@libero.it.

Potrebbeinteressarti