Economia e lavoro Puglia sette 

Primo maggio, nessun obbligo di chiusura. Delli Noci: «Aiutiamo la ripresa»

La Regione Puglia darà l’autorizzazione agli esercizi commerciali a restare aperti durante la festa

Un Primo maggio di lavoro per tanti esercizi commerciali. È la decisione della Regione Puglia che non obbligherà a chiudere le saracinesche nel tradizionale giorno di festa. Lo assicura l’assessore allo sSiluppo economico, Alessandro Delli Noci

«Il diritto al lavoro – chiarisce Delli Noci – resta un principio fondamentale ed ineludibile per preservare e tutelare la dignità di ogni individuo. Il contemperamento degli interessi dei lavoratori e delle aziende comporta reciproci sacrifici nell'ottica di preservare i posti di lavoro ma al contempo di venire incontro alle esigenze di flessibilità in uno dei momenti più critici degli ultimi anni. In questo contesto, il mio pensiero è rivolto a tutti i lavoratori che per il bene comune saranno al lavoro anche il 1° maggio, consapevoli che i sacrifici di oggi sono indispensabili a garantire un futuro migliore per tutti. Ci auguriamo che questa giornata rappresenti per la Puglia l’inizio della ripresa economica e quindi della tutela del diritto al lavoro che festeggiamo».

«Nei prossimi giorni – conclude– incontrerò le sigle sindacali CIGL, CISL e UIL che mi hanno sollecitato su questa questione e tutte le associazioni di categoria del partenariato economico sociale e attiveremo un tavolo operativo al fine di definire date e modelli organizzativi per l’apertura e la chiusura degli esercizi commerciali e delle attività di vendita in occasione delle prossime festività e di tutte le festività del prossimo anno, 1° maggio incluso».

Potrebbeinteressarti