Economia e lavoro Puglia sette 

Crollo dei prezzi, Coldiretti Puglia: “Stop speculazioni su asparagi e carciofi”

Il diffondersi dell’epidemia sta mettendo in ginocchio i produttori di ortaggi

Prezzi crollati per i carciofi in campagna, nessuna domanda di asparagi sul mercato. Secondo Coldiretti Puglia, a l’emergenza Coronavirus ha creato forti speculazioni sui generi alimentari di prima necessità come gli ortaggi. C’è già stato il richiamo alla responsabilità di tutti da parte del presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ha annunciato “l’impiego della Guardia di Finanza per intervenire duramente contro i comportamenti speculativi di chi impone prezzi fuori mercato o lucra condizioni di vantaggio nelle produzioni di beni di prima necessità”. “Inaccettabile il crollo dei prezzi fino a pochi centesimi dei carciofi -denuncia il delegato confederale di Coldiretti Foggia, Pietro Piccioni- e il blocco del mercato degli asparagi, patrimonio in termini di qualità e valore della Capitanata. Con i cittadini in fila proprio per acquistare gli alimenti base della dieta occorre assicurare l’approvvigionamento della popolazione con una equa distribuzione del valore lungo la filiera evitando rincari al consumo e ribassi ingiustificati alla produzione. In questo momento di difficoltà è fondamentale garantire la stabilità dei prezzi lungo tutta la filiera per bloccare ogni tentativo di speculazione a danno dei consumatori e degli agricoltori”,

Coldiretti sta anche allertando tutte la rete organizzativa a livello nazionale, con uffici provinciali e locali, per monitorare gli attacchi speculativi attivando una casella di posta sos.speculatoricoranavirus@coldiretti.it per raccogliere informazioni e segnalazioni sulla base delle quali agire a livello giudiziario se non verranno fornite adeguate motivazioni. Dopo gli attacchi interessati che sono venuti dall’estero, va riposta una particolare attenzione – aggiunge Coldiretti Puglia - alla provenienza dei prodotti acquistati con un deciso orientamento a sostenere gli acquisti di prodotti Made in Puglia per aiutare lavoro ed economia. Un impegno sostenuto secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’ dalla grande maggioranza dei consumatori (82%) che è d’accordo sul fatto che in questa fase è importante acquistare prodotti italiani per tutelare una filiera agroalimentare che dal campo alla tavola garantisce all’Italia il primato nella qualità e nella sicurezza alimentare.

Potrebbeinteressarti