Cronaca Strudà 

Sfondano la vetrata con l'autocarro e rubano la slot machine: furto all'Eni di Strudà

Nella notte, due uomini hanno infranto la vetrata del bar dell'area di servizio Eni di Strudà. Il bottino: una slot machine Hanno sfondato la vetrata del bar con un automezzo per portare via...

Nella notte, due uomini hanno infranto la vetrata del bar dell'area di servizio Eni di Strudà. Il bottino: una slot machine Hanno sfondato la vetrata del bar con un automezzo per portare via la slot machine. È accaduto la notte scorsa, intorno alle 4, nella stazione di servizio Eni che si trova all'ingresso di Strudà, sulla strada provinciale che da Lecce conduce a Vernole. Il furto si è consumato in pochi minuti, il tempo di sfondare la vetrata, entrare e caricare la slot machine. Un cliente della stazione di servizio, però, ha assistito alla scena e ha immediatamente avvisato le forze dell'ordine. Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Vernole e quelli di Lecce, insieme alle guardie giurate dell'Alma Roma. Le immagini registrate dal circuito di video sorveglianza del distributore sono al vaglio degli inquirenti. Si tratta, comunque, di due persone che hanno agito a volto coperto. La somma di denaro contenuta nella slot machine è ancora da quantificare. Questa mattina, i titolari dell'area di servizio hanno voluto rispondere in maniera ironica al furto subito, affiggendo, al posto della vetrata infranta - un cartello: "Avevamo caldo e ci hanno aperto la finestra".

Potrebbeinteressarti


Torre Chianca, ordigno in spiaggia

Il residuato bellico è stato fatto brillare stamattina dai militari dell’11° Reggimento Guastatori di Foggia chiamati dopo il ritrovamento avvenuto ieri da un equipaggio di EcoFederCaccia della Provincia di Lecce.