Cronaca Cursi 

Cerca di acquistare un cane ma s’imbatte in una truffa: denunciato 38enne

La polizia di Stato ha denunciato un uomo di Taranto, ritenuto responsabile di una truffa a mezzo web in danno di una signora di Cursi

Ha tentato di acquistare attraverso un annuncio sul web un cucciolo di cane razza “maltese”, imbattendosi in una truffa: è la disavventura capitata a una donna di Cursi, che dopo la pubblicazione dell’annuncio, è stata contattata telefonicamente da un’altra donna che riferiva di chiamarsi “Simona” e che si diceva pronta a venderle il cucciolo cercato, perché proprietaria e disponibile alla vendita.

Scaturiva uno scambio di messaggi, tramite una nota piattaforma, per giungere ad un accordo che prevedeva il pagamento di una somma di denaro pari a euro 300 da versarsi a nome del marito della venditrice indicato da lei come D.G., tramite un metodo di pagamento elettronico.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, la donna si recava presso una agenzia di invio denaro di un paese vicino ed effettuava il versamento del denaro richiesto, non senza prima essere stata più volte rassicurata, dal venditore, circa le modalità di spedizione dell’animale che, secondo lo stesso sarebbe avvenuta tramite aereo con il servizio dedicato al trasferimento di animali sino a Brindisi e con un corriere sino al domicilio dell’acquirente.

Di fatto, l’animale non è mai giunto nell’abitazione della sua nuova padrona che è stata bloccata da tutti i contatti telefonici del presunto venditore dopo aver tentato più volte di contattarlo per chiedere delucidazioni.

Il comportamento dell’uomo induceva la donna a comprendere di essere rimasta vittima di una truffa e, pertanto, si presentava presso il Commissariato di Otranto per sporgere denuncia.

A seguito della denuncia, gli investigatori dello stesso commissariato iniziavano una fitta attività investigativa, conclusasi nella mattinata odierna, che ha interessato anche altri Uffici di Polizia; attività che ha portato i suoi frutti dato che si è riusciti a identificare con certezza l’autore della truffa, un uomo di Taranto.

Da sottolineare le difficoltà delle indagini perché l’uomo, già precedentemente denunciato per numerosi reati analoghi, aveva utilizzato alcuni ingegnosi espedienti per sfuggire all’individuazione e solo l’esperienza e la caparbietà degli agenti ha permesso la sua certa individuazione ed il conseguente deferimento all’Autorità Giudiziaria competente.

 

Potrebbeinteressarti