Curiosità 

Diplomazia o polemica ?

DIPLOMAZIA O POLEMICA ?   Spesso succede che quando una persona vuole rispondere a dei sopprusi o semplicemente quando vuole rispondere a chiunque, spesso venga confusa per polemica, spesso ven...

DIPLOMAZIA O POLEMICA ?   Spesso succede che quando una persona vuole rispondere a dei sopprusi o semplicemente quando vuole rispondere a chiunque, spesso venga confusa per polemica, spesso venga confusa la sua voglia di rispondere a quelle interpellanze continue, a quelle interpellanze 'fastidiose' e spesso allora viene confusa con polemica, la polemica di rispondere per far chiarezza, per dire la propria opinione, la polemica di dare dei suggerimenti, la polemica di dire sei un idiota svegliati, fai pulizia dentro di te, intorno a te e renditi conto di cosa sei diventato e agisci, non hai ancora capito che, continuando su questa strada andrai solo a sbattere contro un muro, contro un palo, contro un albero....la diplomazia ? usare la diplomazia l'opposto della polemica, l'opposto è quell'avere quel tatto, è quell'avere quella sensibilità per aiutare qualcuno, per fargli capire che ...anche se ci sono problemi insormontabili, anche se non si sa da dove iniziare, anche se non si sa come fare....usare la diplomazia è sempre l'arma giusta, è sempre quell'arma che condurrà sulla via della vittoria..ma come si attua tale piano se di fronte si ha una persona ottusa ? come si fa se di fronte hai solo persone sleali, denigranti, che non hanno nemmeno capito che cosa è il benessere altrui, che cosa vuol dire collaborare quando ci sono dei figli di mezzo, che cosa vuol dire agire per il bene di....la diplomazia degli uomini e delle donne di valore, la diplomazia della casalinga, la diplomazia dell'uomo di strada, la diplomazia del deputato e dell'impiegato...quante sfaccettature può avere l'interpretazione di questa parola...insegnare la diplomazia ai figli, ai bimbi, insegnargliela semplicemente attuandola....ma come si sconfigge l'ostinazione allo sbaglio, come si corregge tale 'bestialità', a volte si è disarmati, a volte non basta una persona sola se 1000 altre continuano a spallegiare quel vociare ottuso,egoista e sbagliato....nonostante tu, ti impegna a far si che nella confusione più totale, nel disequilibrio, ci sia comunque equilibrio e diplomazia, devi non badare, devi essere superiore, nonostante le vessazioni, nonostante i dispetti, ma il problema sta proprio lì, il problema non è che un adulto non fa finta di nulla, il problema è quando ci sono dei 'bambini' di mezzo e l'agire, il dire, invadono anche il loro campo, il loro equilibrio, il loro benessere, il loro mondo...la diplomazia dell'onestà, della lealtà, la diplomazia della saggezza che non è in grado di inebriare le persone ciniche, vuote nell'animo, fredde, incomplete, denutrite d'amore e di speranza, che si nutrono ancora ed ancora solo di egoismo della coltivazione del proprio orticello e non capiscono che in quell'orticello ci devono essere tutti gli ingredienti ed uno di questi si chiama 'diplomazia' perchè è così che si paga, che si supera, che si archivia, il 'virus', quel virus minaccioso fatto d'arroganza e di soprrussi, è così che si supera l'ignoranza, la disistima, il disinteresse, quegli attegiamenti negativi, non collaborativi, per se stessi e per l'intera comunità...insegnare a sorridere sempre, insegnare a dire che va tutto bene, insegnare che non si deve pesare sul cuore altrui, insegnare che la diplomazia può far stringere 'contratti', con chi non si immaginava che si potesse mai arrivare a tanto, insegnare che la bellezza della 'diplomazia' può far aprire porte, che prima d'ora, non si erano mai aperte, insegnare che ribattere educatamente non è far polemica ma è solo voglia di far capire, a chi ancora non ha capito o fa finta di non capire, che i fatti sono andati in quel modo, che non si vuole vedere qualcuno perchè...., che siamo, viviamo, in un paese democratico e ogni essere umano ha il diritto di poter dire la propria opione....esistono corpi diplomatici proprio perchè 'intervengano' facciano da mediatori, siano in grado di attuare la diplomazia del proprio paese d'origine, ogni essere umano dovrebbe imparare ad essere un 'corpo diplomatico' quel corpo che può in ogni momento, in ogni situazione fare la differenza, essere quella persona che farà, è in grado, di fare la differenza senza nessuna retorica, senza nessuna polemica sterile, mi piacerebbe tanto che la 'diplomazia si potesse attuare in ogni settore, luogo, impresa, attività, individuare gli uomini, quegli uomini che abbiano in se quel 'dono', abbiano in se quel 'dono' che gli è stato inculcato o la vita stessa, gli ha inculcato, ma spesso questo non avviene o non può avvenire per forze altrui, che dovrebbero invece essere superate, sono convinta che non esiste e non deve esistere nessuna barriera insuperabile....c'è lo insegnano i nostri avi, c'è lo insegnano i nostri nonni, c'è lo insegna la storia, la scienza, con le loro battaglie, con le loro scoperte, c'è lo insegna chi ha superato stragi, c'è lo insegna chi ha vissuto la fame, c'è lo insegna ogni forma d'ingiustizia, c'è lo insengna chi è sopravvisuto a regimi militari infausti, chi ha vinto ogni battaglia detta malattia incurabile, c'è lo insegnano chiunque è stato sfruttato o è sfruttato o semplicemnte il vicino di casa laureato, che per portare avanti con 'dignità' la sua famiglia, si alza alle cinque del mattino e fà tre lavori magari umili,sopttopagati, buttando giù tanti bocconi amari ma la diplomazia che è in lui, quando rientra a casa racconterà, senza nessuna polemica sui disagi e sugli squlibri di meritocrazia che ha vissuto, che la sua giornata è andata bene e che il lavoro lo appaga moltissimo e non si sente affatto stanco....il piacere della diplomazia, quella diplomazia che piace, che sa di buono, che sa di giusto, quella diplomazia che conviene a molti, a moltissimi, ai giusti, agli onesti, che sa di bellezza, bellezza dell'anima, quella diplomazia in grado di conquistare chiunque ..ecco questo è il piano: applicare la diplomazia per la conquista, l'obbiettivo finale è, conquistare ciò che è inconquistabile, inaferrabile al momento,  senza che ancora dei 'ribelli o meglio degli 'imbecilli' non attuino la diplomazia sperata, nel loro agire, nel loro dire, nel loro modo di vivere per il bene proprio e comune di ogni essere vivente!          

Potrebbeinteressarti