Cultura 

Lecce, per i 200 anni della Scuola di Cavalleria si apre una breccia nel muro di cinta

Un particolare evento è stato presentato ieri alle Officine Cantelmo di Lecce.

Nel 2023 una speciale ricorrenza richiamerà nella città di Lecce numerosi visitatori. L’occasione sarà l’anniversario dei duecento anni della nascita della Scuola di Cavalleria, che ha permesso di sperimentare un nuovo concetto di periferia.
La ricerca propone il riscatto del quartiere convertendo l'accezione negativa, legata alla presenza dei militari, in un progetto urbano che riconosce il valore morale e storico da sempre chiuso nei muri della caserma.

Il Gruppo Foresta con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Arma di Cavalleria di Lecce, attraverso un laboratorio urbano in un processo culturale d’inclusione e integrazione, ha ascoltato e tradotto in progetto le istanze degli abitanti del quartiere delle Casermette, nelle sue dinamiche sociali, architettoniche e identitarie col fine di trasformare il muro di cinta in “Breccia urbana: Museo della Cavalleria”.

I risultati di questo laboratorio, nel nobile spirito dei cavalieri, sono stati donati alla città. L'evento è stato presentato, ieri sera, nelle sale delle ex Officine Cantelmo, attraverso la proiezione di un video spot e le testimonianze di autorevoli rappresentanti delle istituzioni civili e militari.


Servizio di Adriana Greco

Potrebbeinteressarti