Cultura Castrignano dei Greci 

“Eghineke le donne nella Grecìa Salentina”, un documentario di Walter Stomeo

Appuntamento questa sera nell’atrio del Castello Baronale De Gualtieris di Castrignano dei Greci

Sarà presentato per la prima volta questa sera, il documentario “Eghineke le donne nella Grecìa Salentina” risultato di un progetto che racconta la figura della donna nella storia e nei territori della penisola ellenofona.

Un cortometraggio del regista Walter Stomeo che attraverso, immagini, racconti ed interviste documenta la figura della donna tra passato, presente e futuro. Per la prima volta le protagoniste assolute sono le donne raccontate dalle donne.

Un progetto che partendo dalle poesie di una poetessa, Angela Campi Colella di Calimera, rivela una donna messa in disparte dalla cultura patriarcale e maschilista dell’epoca. I testi della poetessa scomparsa sono stati musicati da Rocco De Santis ed interpretati dalle voci femminili di Michela Sicuro ed Ilaria Costantino. Per la prima volta gli uomini sono al servizio delle donne, al progetto, infatti, oltre al regista Walter Stomeo e a Rocco Desantis ha collaborato anche Salvatore Cotardo.

Le poesie in testo griko trasformate in musica raccontano “dell’argalio”, il telaio, della fatica delle olive raccolte ad una ad una, e molto altro, dopo anni di silenzio si animano e diventano melodie con tre brani inediti ed una musica suonata anche al pianoforte.

Le donne raccontate dalle donne con le interviste ad un’esperta di griko Sandra Abbate di Corigliano d’Otranto, la testimonianza diretta di un’altra epoca della novantaquattrenne Addolorata Calò di Martano, che con i suoi modi di dire, i proverbi racconta le esperienze delle donne di più di un secolo fa, “quando il fidanzato lo si incontrava per una sola mezz’ora, mentre si lavorava a maglia alla presenza dei genitori.”

Infine Michela Sicuro di Melpignano la ragazza del presente che guarda al futuro, che ha studiato al conservatorio organetto diatonico e canto lirico che ha messo insieme il lato accademico con quello tradizionale, che ricorda i racconti del nonno che le parlava in griko e attraverso la sua musica continua la tradizione e la trasmette nel futuro.

“Eghineke le donne nella Grecìa Salentina” è viaggio tra poesia, musica e memoria con interviste che si alternano a parti musicali, con le ragazze che suonano, che cantano e danzano (Ludovica Massa) ed immagini allusive a figure poetiche in una location spettacolare come la quercia Vallonea di Corigliano d’Otranto.

 «Siamo arrivati a creare qualcosa di nuovo, - commenta il regista Walter Stomeo- io ho accompagnato tutti in questo percorso ed è spettacolare il risultato raggiunto da questa lunga fase creativa, ma interessante ed entusiasmante. Un bellissimo ritratto della donna grika, fatto dalle donne, con la produzione, anche, di tre brani inediti».

«Un bando finanziato con la legge 482/1998 sulle minoranze linguistiche –dichiara Roberto Casaluci presidente dell’Unione dei comuni della Grecìa Salentina- ci ha permesso di fare un viaggio alla scoperta delle donne nella Grecìa Salentina nella storia, ma anche nel presente e scoprire le potenzialità del nostro territorio. Sono nati tre brani inediti dai testi di una donna, di una poetessa che ha scritto, quando la donna era messa in disparte, e noi siamo contenti di darle voce dopo tanti anni e che questi brani costituiscano le basi per il prossimo futuro». Appuntamento alle 21.00, nell’atrio del Castello Baronale De Gualtieris di Castrignano dei Greci.

Potrebbeinteressarti