Cultura Lecce 

Un ascensore per salire in cima al campanile del Duomo: il video in esclusiva

Al via i lavori per visitare il campanile del Duomo di Lecce in ascensore con il progetto UP della cooperativa sociale Artwork

Visitare il campanile di Piazza Duomo a Lecce sarà presto possibile grazie al progetto UP della cooperativa sociale Artwork, che da maggio 2019 in collaborazione con l'Arcidiocesi di Lecce si occupa della fruizione, della valorizzazione e della salvaguardia dei principali beni ecclesiastici della città con il progetto LeccEcclesiae. I lavori sono appena iniziati e dureranno circa sei mesi, riguarderanno sia interventi di restauro e consolidamento di alcuni punti sensibili del campanile sia l'installazione di un vano ascensore all'interno della struttura.

Nella splendida piazza Duomo ci fermiamo ad ammirare l'imponente campanile, uno tra i più alti d'Europa, posto sul lato sinistro del largo. Costruito nella seconda metà del Seicento dall'architetto leccese Giuseppe Zimbalo su incarico dell'allora Vescovo della città, Luigi Pappacoda. La torre campanaria ha una forma quadrata e risulta essere formata da cinque piani rastremati, l'ultimo dei quali è sormontato da una cupola ottagonale maiolicata, sulla quale è posta una statua in ferro raffigurante Sant'Oronzo. Gli ultimi quattro piani presentano quattro monofore alle quali le antistanti balaustre conferiscono la pittoresca funzione di lunghi balconi. Il campanile è alto 73 metri e si staglia leggero nel cielo di Lecce, dominando con la sua forma slanciata l'intero centro storico. 

Abbiamo intervistato il Presidente della cooperativa sociale Artwork, Paolo Babbo: Si tratta di un intervento atteso da anni nella città di Lecce, che finalmente permetterà la fruizione di un bene storico artistico molto amato dai cittadini e apprezzato dai turisti. Sarà dunque possibile, a partire dal mese di agosto 2021, l'accesso al punto più alto della città e la splendida visuale da quattro punti differenti.

Servizio di Adriana Greco

Potrebbeinteressarti


Katër I Radës, memorie migranti a 24 anni dalla tragedia

Domenica 28 marzo “Katër i Radës - Memorie migranti in diretta streaming da International Theatre Institute Italia”, progetto ideato da Ermelinda Bircaj e dall’International Theatre Institute - Italia, in collaborazione con Astràgali Teatro e Spazio Disponibile, in memoria della tragedia del 28 marzo 1997 nel Canale d'Otranto