Cultura Lecce 

“Back to School! Edu per l’Agenda 2030”: a Lecce l’evento promosso dall’Aigu

L’iniziativa del prossimo 23 gennaio promossa dall’associazione italiana giovani per l’Unesco con il patrocinio del Comune di Lecce avrà lo scopo di coinvolgere e stimolare gli studenti di ogni fascia di età sulle tematiche inerenti i 17 Obiettivi dell’Agenda 2030

Stimolare e coinvolgere gli studenti sulle tematiche dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu: s’intitola “Back to School! EDU per l’Agenda 2030”, l’iniziativa del prossimo 23 gennaio, promossa dall’Associazione Italiana Giovani per l’Unesco con il patrocinio del Comune di Lecce e che si terrà dalle 10 alle 12 online.

Oggi più che mai, infatti, la scuola vive un momento difficile a causa della pandemia da COVID19 che ha reso anomala la vita tra i banchi e ha imposto l’utilizzo di differenti modelli didattici e nuovi strumenti tecnologici, rendendo i ragazzi distanti fisicamente e umanamente dal principale contesto di crescita; l’aula scolastica.

Gli obiettivi dell’Agenda 2030 (ONU, 2015) descrivono le maggiori sfide per assicurare una vita sulla terra sostenibile, pacifica, prospera ed equa per tutti, nel presente e nel futuro.

In particolare, l’evento sarà l’occasione per lanciare il nuovo Programma Nazionale EDU 2020/2021, progetto educativo promosso da AIGU rivolto agli istituti scolastici ed università di tutta Italia che ha visto dal 2016 a oggi il coinvolgimento di oltre 5500 studenti in attività laboratoriali realizzate con la collaborazione di enti privati e pubblici. Insieme al progetto EDU, che vede il supporto da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri e da Banca d’Italia, AIGU lancerà la campagna di raccolta fondi #Adottaunprogetto a sostegno dei laboratori EDU, per coinvolgere cittadini e aziende in un'ottica di collaborazione trasversale attiva. Chiunque può diventare protagonista del laboratorio della propria città e contribuire così all’arricchimento del bagaglio educativo dei nostri studenti.

I ragazzi avranno la possibilità di interfacciarsi in prima persona con gli attori dei progetti mediante esempi pratici e attività. In quest’ottica l’evento, che si svolgerà in modalità telematica da seguire in streaming tramite i canali social dell’Associazione      avrà una duplice veste.

La prima parte sarà formulata in modalità “intervista radiofonica” con un moderatore che presenterà gli ospiti e vedrà intervenire inizialmente la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, il Portavoce di ASviS Enrico Giovannini, seguiranno poi gli interventi incentrati sulla Didattica innovativa (Daniele Manni - Professore), sulla Parità di genere (Maria Rita Costanza – Fondatrice Murgia Valley) e sull’Ambiente (Giovanni Chimienti - Biologo marino ed Explorer National Geographic). Un’intervista doppia gestita dai ragazzi sulla base del format “Le Iene” racconterà le politiche e previsioni degli assessori: Alessandro Delli Noci, Assessore della Regione Puglia allo Sviluppo economico e alle Politiche giovanili e Paolo Foresio, Assessore del Comune di Lecce delegato per Spettacolo, Turismo, Sport, Edilizia sportiva, Sviluppo economico, Attività produttive e artigianali.

La seconda parte vedrà il coinvolgimento attivo dei partecipanti mediante nuove tecnologie immersive e attività di gamification, strumento in grado di veicolare tramite il “gioco” messaggi che inducano a comportamenti socialmente consapevoli. E un appuntamento musicale con il Maestro Paolo Palazzo, Compositore pugliese di fama internazionale e autore di colonne sonore per film, ha orchestrato e diretto il brano “Custodire” di Renzo Rubino – feat. Serena Rossi, al 68° “Festival di Sanremo”.

L’evento, in modalità online, si configura come #plasticfree e #paperfree in linea con le tematiche dell’Agenda 2030.

Il 25 settembre 2015 gli Stati membri delle Nazioni Unite hanno adottato la risoluzione dell’Assemblea Generale A/RES/70/1: “Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”, che individua 17 nuovi obiettivi di Sviluppo Sostenibile da realizzare nel periodo 2015-2030. Questi si propongono di realizzare un equilibrio fra le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile — economia, ambiente e società — con attenzione alla povertà, alla disuguaglianza, alla sicurezza alimentare, alla sanità, al consumo e alla produzione sostenibili, all’occupazione, alle infrastrutture, alla gestione delle risorse naturali, ai cambiamenti climatici nonché alla parità di genere, alla costruzione di una società pacifica e inclusiva, all’accesso alla giustizia e alle istituzioni responsabili.

Chi siamo-  l’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO (AIGU) nasce nel 2015 con l’obiettivo di supportare le attività della Commissione Nazionale Italiana (CNI) nel campo dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione, promuovendone progetti, valori e priorità attraverso la partecipazione attiva delle giovani generazioni e della società civile in iniziative ed eventi di rilevanza nazionale. È composta da circa 300 giovani tra i 18 e i 35 anni, fra cui studenti, ricercatori, artisti, professionisti, manager e imprenditori. L’Associazione è stata riconosciuta da UNESCO come una delle migliori pratiche di partecipazione giovanile ai programmi UNESCO e ha ricevuto la Medaglia di Rappresentanza dal Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella.

L’evento si svolgerà in diretta streaming sui profili Facebook e YouTube dell’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO con attività interattive sul medesimo profilo Instagram. La partecipazione è gratuita. 

Per ulteriori informazioni contattare

E-mail: puglia@aiuguofficial.it

Website: www.aiguofficial.it  

Potrebbeinteressarti