Cultura Società Lecce 

Uil, una panchina rossa e una tavola rotonda per dire no alla violenza sulle donne

Appuntamento il 2 dicembre a Lecce, nella sede territoriale di Uil in via Palumbo e poi nell’ex conservatorio Sant’Anna. Doppia iniziativa della Uil di Lecce per la Giornata internazion...

Appuntamento il 2 dicembre a Lecce, nella sede territoriale di Uil in via Palumbo e poi nell’ex conservatorio Sant’Anna. Doppia iniziativa della Uil di Lecce per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Una panchina rossa, emblema del “posto occupato” da una donna vittima di femminicidio e simbolo universale delle azioni contro la violenza di genere, sarà inaugurata lunedì 2 dicembre, alle 15, nella piazzetta antistante l’ingresso della sede territoriale Uil di Lecce, in via Pietro Palumbo 2. A seguire, si terrà una tavola rotonda dal titolo “Affrontiamo la violenza sulle donne” nella sala conferenze dell’ex conservatorio Sant’Anna. Organizzano il Coordinamento pari opportunità e politiche di genere e il Centro Mobbing e Stalking della Uil di Lecce, con il patrocinio di Comune di Lecce, Provincia di Lecce e Commissione provinciale Pari opportunità. “La violenza sulle donne è un’emergenza sociale e il nostro territorio non è immune”, sottolinea Lucia Orlando, responsabile Uil provinciale Coordinamento Po e politiche di genere. “Abbiamo scelto non a caso – spiega - di installare la panchina rossa in una zona di passaggio e di grande visibilità (la piazzetta antistante la nostra sede Uil si affaccia su viale dell’Università), per sensibilizzare quante più persone possibili, uomini, donne, ma soprattutto i giovani”. Violenza domestica, femminicidi, denunce e tutele giuridiche, conflitti e alienazione parentale sono alcuni dei temi al centro della tavola rotonda che si aprirà alle 15.30, nell’ex conservatorio Sant’Anna, con l’introduzione di Lucia Orlando, responsabile Uil Lecce del Coordinamento Pari Opportunità e Politiche di genere e i saluti del segretario generale Uil Lecce Salvatore Giannetto e del segretario generale Uil Puglia Franco Busto. Partecipano: Silvia Miglietta, assessore alle Pari opportunità del Comune di Lecce (“La lotta alla violenza maschile sulle donne: a che punto siamo?”), l’avvocato Lilia Lucia Petrachi, componente della Commissione diritti umani del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Lecce e segretario nazionale Uia - Union internationale des avocats (“La violenza di genere e la violazione dei diritti umani”), Teresa Chianella, presidente Cpo della Provincia di Lecce (“Ruolo della Cpo provinciale rispetto alla violenza di genere”), l’onorevole Veronica Giannone, segretario Commissione bicamerale per la tutela dell’infanzia e dell’adolescenza (“Alienazione parentale nei casi di affidamento dei figli in situazioni di violenza di genere”), Anna Grazia Maraschio, consigliera di parità della Regione Puglia (“Le varie facce della denuncia: difficoltà e pregiudizi”) e l’onorevole Federico Conte, componente II Commissione Giustizia della Camera dei deputati (“Tutela della vittima sul piano penale: strumenti normativi e processuali”). Per le conclusioni interverrà Alessandra Menelao, responsabile Uil nazionale Centro Ascolto Mobbing e Stalking. Modera la giornalista Flavia Serravezza, responsabile Ufficio stampa Uil Lecce. In apertura di lavori, una performance fra teatro e musica con un monologo sulla violenza di genere scritto e interpretato dall’attore Maurizio D’Anna con l’accompagnamento di Giorgia Santoro (flauto). L’iniziativa è accreditata, ai fini della formazione professionale, dall’Ordine degli avvocati di Lecce (3 crediti).

Potrebbeinteressarti