Cronaca Puglia sette 

Omicidio Paolo Stasi, eseguita l’autopsia. A ucciderlo due proiettili di piccolo calibro

L'esame autoptico sul corpo del 19enne di Francavilla Fontana ha evidenziato come sia stato raggiunto da un colpito al petto e l’altro di striscio alla spalla.

A uccidere Paolo Stasi, il 19enne freddato a Francavilla Fontana, nel Brindisino, il 9 novembre, sono stati due proiettili di piccolo calibro. Uno lo ha colpito al petto e l’altro di striscio alla spalla.

È quanto confermato dall’autopsia eseguita sul corpo del giovane dal professor Raffaele Giorgetti dell’università delle Marche. Entro 60 giorni saranno depositati i risultati.

Il legale della famiglia Stasi, Domenico Attanasi, ha parlato di ''piena fiducia nel lavoro degli inquirenti'' riposta dai suoi assistiti. ''La famiglia - ha aggiunto - attende lo sviluppo delle indagini per sapere chi e per quale motivo ha spezzato così barbaramente la vita di Paolo''.

di Adriana Greco


Potrebbeinteressarti