Cronaca Nardò 

Nardò, il Comune cerca due immobili per la ricostruzione delle ''case minime''

Pubblicato sull’Albo Pretorio un avviso per la sistemazione temporanea di assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica di via Duca d’Aosta e via Crispi.

Il Comune di Nardò è interessato all’acquisto di due immobili da destinare alla sistemazione temporanea degli assegnatari degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di via Duca d’Aosta e via Crispi, oggetto di un finanziamento della Regione Puglia finalizzato alla demolizione e alla ricostruzione degli stessi alloggi.

Ieri mattina è stato pubblicato sull’Albo Pretorio un avviso a firma del dirigente dell’area funzionale n. 2 Giancarlo Erroi in cui è specificato che gli immobili da acquistare dovranno possedere le seguenti caratteristiche: invenduti di edilizia privata immediatamente disponibili e assegnabili; ubicati a Nardò; di classe energetica non inferiore alla classe B; caratterizzati da una superficie utile non inferiore a 45 mq e non superiore a 95 mq, con altezza interna non inferiore a 2,70 m; appartenenti alle categorie catastali A/2, A/3, e A/4 con pertinenze di categorie C2 e C6; dotati di conformità edilizia e urbanistica; liberi da persone e cose, da pesi e gravami, liti, pendenze e diritti di terzi, censi, canoni, vincoli ipotecari o altra trascrizione e/o iscrizione di qualunque natura e specie; ultimati, agibili e immediatamente accessibili o comunque tali da non necessitare di interventi manutentivi significativi; qualora siano necessari lavori di lieve entità per rendere l’immobile idoneo all’assegnazione, questi possono anche essere eseguiti direttamente dal soggetto gestore e a suo esclusivo carico; dotati di tutte le certificazioni di conformità degli impianti ai sensi del D.M. n. 37/2008.

Com’è noto, le cosiddette “case minime” di via Duca D’Aosta e di via Crispi sono oggetto di un finanziamento di oltre quattro milioni di euro nell’ambito del bando previsto dal programma regionale “Sicuro, verde e sociale: riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica”.

Con il primo dei due progetti finanziati (via Duca d’Aosta) è prevista la realizzazione di dodici alloggi (quelli esistenti sono nove), mentre con il secondo (via Crispi) è prevista la realizzazione di sedici alloggi (quelli esistenti sono dodici). Nel complesso, i due progetti prevedono anche l’acquisto di due immobili e la locazione di altri diciannove, che saranno messi a disposizione degli assegnatari degli alloggi per il tempo dei cantieri, cioè necessario agli interventi.

I soggetti interessati a candidare il proprio immobile alla vendita possono presentare domanda in carta semplice a mezzo pec all’indirizzo protocollo@pecnardo.it entro le ore 12 del 20 ottobre 2022. All’istanza dovranno essere allegati copia del documento d’identità e tessera sanitaria del proprietario dell’immobile, visura e planimetria catastale, titolo autorizzativo attestante la regolarità urbanistico-edilizia dell’immobile, attestato certificazione energetica, certificato di agibilità.

Il testo integrale dell’avviso è disponibile al link https://bit.ly/3LDfxlW.


Potrebbeinteressarti