Cronaca Società Solidarietà Melendugno 

A San Foca ''In barca senza barriere''

Prosegue anche nella marina di Melendugno l’iniziativa di solidarietà di Anteas Lecce che consentirà alle persone diversamente abili di fare un giro in mare per ammirare il paesaggio costiero del Salento a bordo di un catamarano senza barriere.

A partire da oggi, per una settimana, avrà inizio il progetto “In barca senza barriere”. L'iniziativa di solidarietà si terrà a San Foca, con il patrocinio del Comune di Melendugno, e consentirà alle persone diversamente abili di fare un giro in mare, in maniera del tutto gratuita,  per ammirare il paesaggio costiero del Salento a bordo di un catamarano Barrier free.

Si tratta di una barca accessibile che può ospitare fino a sei persone, anche in carrozzina. Dal pontile si salirà sulla barca mediante una passerella dove si verrà accolti dall’equipaggio composto da uno skipper infermiere e da un poliziotto in pensione con patente nautica.

La passeggiata in mare si potrà effettuare con un timing organizzato di appuntamenti, fino ad un massimo di tre escursioni al mattino e tre di pomeriggio, e avrà la durata di un’ora. Sarà consentita anche la presenza degli accompagnatori.

Chiunque voglia prenotare il giro in barca con il catamarano Barrier free, sia come associazione sia in maniera individuale, può telefonare al numero 327.8797287.

L’equipaggiamento, successivamente, richiamerà ogni persona che si è prenotata per organizzare al meglio la presenza sul catamarano, fissando data e ora di prenotazione sul molo al fine di rendere la passeggiata in mare un’esperienza indimenticabile.

“Faremo un giro in mare e ammireremo il paesaggio costiero del Salento, dall’altro versante, su una barca, da un altro punto di vista, quello del mare. Per molte persone, infatti, ciò rappresenta un sogno, un’esperienza straordinaria e spesso impossibile. Questo è il caso delle persone diversamente abili che, a causa di una limitata mobilità, non hanno l’opportunità di salire su una barca e fare un giro in mare. Vogliamo sviluppare un piccolo ma significativo percorso di condivisione sociale per abbattere barriere fisiche e culturali che generano la solitudine e l’esclusione di chi è più fragile. Tutti insieme proveremo ad abbattere questa barriera!” sono le parole di Rosario Delle Donne, Presidente di Anteas Lecce.

L’Associazione Anteas Lecce da anni si batte per migliorare la qualità della vita di tutti i soggetti più fragili e a rischio di esclusione sociale, vuole insomma realizzare un sogno accessibile a tutti.

Alice Spagnolo


Potrebbeinteressarti