Cronaca Lecce 

Nuovi attraversamenti pedonali, via ai cantieri

Si inizia domani in viale De Pietro

Al via i lavori per la messa in sicurezza di 6 nuovi attraversamenti pedonali che interesseranno altrettante importanti arterie cittadine. In tutti e 6 i casi, saranno realizzati attraversamenti rialzati al posto di quelli a raso.  

Il primo cantiere a partire già da domani, 26 giugno, è quello in viale De Pietro, in corrispondenza del parcheggio pluripiano, e comporterà alcune modifiche della viabilità stradale per permettere l’esecuzione dei lavori, nello specifico il restringimento della carreggiata. L’area di cantiere è già stata recintata nei giorni scorsi ed è stata posizionata la segnaletica apposita.

Trattandosi di un’arteria principale d’ingresso in città, si consiglia di utilizzare in alternativa le tangenziali e la circonvallazione.

A seguire, nelle prossime settimane, partiranno anche gli altri cantieri: in viale Marche, in corrispondenza dell’ingresso degli uffici Inps, in via Merine, in prossimità dell'ingresso all'Istituto Industriale Enrico Fermi, in viale Foscolo, in prossimità della scuola elementare Livio Tempesta, in viale Rossini, nel tratto compreso tra via Puglia e via Merine, e in via Monteroni.



«Con questi lavori, dotiamo la città – dichiara l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis – di 6 nuovi attraversamenti pedonali rialzati in altrettante strade particolarmente trafficate per la presenza di istituti scolastici o di altri uffici molto frequentati dal pubblico. Sono programmati d’estate proprio per essere pronti all’avvio dell’anno scolastico. Con questi interventi, continuiamo sulla strada già tracciata dell’attenzione alla sicurezza dei pedoni verso la quale erano tesi, per esempio, i lavori fatti per la messa in sicurezza dei marciapiedi e degli attraversamenti pedonali in piazza Mazzini, gli altri attraversamenti pedonali rialzati già installati in città, quelli luminosi in viale De Pietro, viale Calasso, viale Marche, viale Cavallotti e viale della Repubblica. La strada deve essere un posto sicuro per tutti i suoi utenti, con o senza mezzo».




Potrebbeinteressarti