Cronaca Nardò 

Idrovolanti da Santa Maria al Bagno alla Grecia: via libera dal Consiglio di Stato

Respinta l’istanza cautelare presentata da un cittadino

Il Consiglio di Stato ha rigettato l’istanza cautelare dunque i primi idrovolanti da Santa Maria al Bagno alla Grecia sono pronti a partire. La vicenda ha avuto avvio nel 2021 quando un’associazione di cittadini aveva impugnato il progetto avviato dall’amministrazione comunale di Nardò che aveva ottenuto un finanziamento da 533mila euro dal programma Grecia/Italia Interreg per la realizzazione della nuova infrastruttura.

Nel luglio 2021, il Tar Lecce, sezione prima (Presidente Ettore Manca, relatore Silvio Giancaspro), accogliendo le tesi dell’Avv. Paolo Gaballo difensore del Comune, pubblicava la sentenza che rigettava il ricorso del sig. Bruno Congedo, residente di Santa Maria e animatore del comitato di cittadini contrari all’aviosuperficie, ritenendolo infondato. Secondo il TAR, “l’amministrazione ha esercitato i propri poteri discrezionali senza omettere di valutare e comparare tutti gli interessi coinvolti dalla scelta localizzativa e in particolare l’interesse alla conservazione del valore simbolico del giardino della memoria”.
Il sig. Bruno Congedo, però, non si dava per vinto ed appellava al Consiglio di Stato la sentenza del TAR, chiedendone la sospensione dell’efficacia. L’udienza si è tenuta mercoledì scorso in presenza degli avvocati delle parti interessate.
Questa mattina la IV Sezione del Consiglio di Stato - Presidente Ermanno De Francisco, relatore Silvia Martino - accogliendo la tesi difensiva dell’Avv. Gaballo, ha rigettato la richiesta.
Il nuovo servizio turistico potrà quindi partire nei prossimi giorni.


Potrebbeinteressarti

Guidava senza patente, denunciato

Denunciato a piede libero un 25enne straniero a bordo di un'auto sottoposta a sequestro amministrativo e senza avere con sé il permesso di soggiorno.