Cronaca Gallipoli 

Il Commissariato di Gallipoli avvia il servizio di moto-volante “Nibbio”

Le pattuglie a bordo di motociclette si aggiungeranno alle Volanti nel delicato compito di prevenzione e repressione dei reati in azioni di vigilanza, controllo e soccorso pubblico.

Con l’arrivo della bella stagione il Commissariato di Gallipoli ha avviato il servizio di controllo del territorio moto-montato. Le pattuglie a bordo di motociclette BMW con i colori della Polizia di Stato, denominate in gergo “Nibbio”, si aggiungeranno alle Volanti nel delicato compito di prevenzione e repressione dei reati.

Le “Nibbio” saranno particolarmente importanti perché faranno giungere la loro azione di vigilanza, di controllo e di soccorso pubblico, attività, queste, fondamentali per la Polizia di Stato, in tutti quei luoghi difficilmente percorribili dalle auto.

La città ionica avrà un presidio in più, perché gli agenti in moto potranno percorrere agevolmente le stradine del centro storico con un importante ricaduta in termini di prevenzione dei reati predatori che, con l’arrivo dei numerosi turisti, potrebbero avere una recrudescenza, ma avranno anche una importante funzione di soccorso per quanti avranno bisogno dell’opera della Polizia di Stato .

Importante sarà anche il servizio che le Motovolanti potranno svolgere nel tratto di litorale interessato dalla presenza dei lidi e dei numerosi locali da ballo poiché consentiranno agli operatori in divisa di giungere celermente laddove venga richiesto il loro intervento.

Il servizio avviato dalla Polizia di Stato costituirà un ulteriore strumento di sicurezza per gli abitanti e i turisti che si accingono a trascorrere le loro vacanze a Gallipoli e nelle località marine limitrofe.



Potrebbeinteressarti


Punito per aver fatto ''l'infame'', arrestato l'assassino

Ad uccidere due anni fa il 19enne Giampiero Carvone sarebbe stato un 26enne brindisino già agli arresti domiciliari. Alla base dell'omicidio un furto d'auto ad una persona sbagliata e l'aver riferito negli ambienti malavitosi i nomi dei complici.