Cronaca 

Paura a scuola: 12enne si cosparge di liquido infiammabile e minaccia di darsi fuoco

Tempestivo l'intervento dell'insegnante presente in classe per scongiurare il peggio

Gli cambiano il posto in classe e un 12enne minaccia di darsi fuoco, cospargendosi il capo con dell’acquaragia contenuta in una bottiglietta.

E’ accaduto alcuni giorni fa in una scuola del Sud Salento dove il gesto di uno studente di origini brasiliane, ha generato momenti di grande paura. Per fortuna l’insegnante presente in aula e il personale scolastico sono prontamente intervenuti sottraendo al minore un accendino, evitando che la situazione potesse degenerare. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri. Il ragazzino è stato trasportato dai sanitari del 118 in ospedale a Galatina dove è stato poi dimesso con una prognosi di cinque giorni.

Una storia triste alle spalle: il 12enne, che già in passato avrebbe manifestato comportamenti autolesionistici, è cresciuto nelle favelas brasiliane senza la madre e ha perso in tenera età e circostanze tragiche anche il papà e la nonna, per poi essere affidato agli zii in Italia.

Sull’episodio la Procura per i minorenni di Lecce ha aperto un'inchiesta.


Potrebbeinteressarti