Cronaca Puglia sette 

Rubati dalla Puglia ed esposti a Parigi, recuperati 782 reperti archeologici: indagato collezionista belga

Le indagini, avviate nel 2017, hanno permesso di recuperare 782 reperti per un valore commerciale pari a circa 11 milioni di euro

Una collezione di beni archeologici di inestimabile valore trafugati dalla Puglia e portati in Belgio: un'importante operazione è stata conclusa nelle ultime ore dai carabinieri del Comando per la Tutela del Patrimonio Culturale, coordinati dalla Procura della Repubblica. Grazie al determinante contributo di Eurojust, agenzia dell'Unione europea per la cooperazione giudiziaria, hanno riportato in Italia, dal Belgio, un’intera collezione archeologica costituita da pezzi di eccezionale rarità e inestimabile valore. Al centro delle indagini, le attività di un collezionista belga trovato in possesso del tesoro archeologico, provento di scavi clandestini in Puglia, che aveva esposto in importantissime mostre ed eventi europei (in città come Parigi e Ginevra).

Le indagini, avviate nel 2017, hanno permesso di recuperare 782 reperti per un valore commerciale pari a circa 11 milioni di euro.


Immagine di repertorio


Potrebbeinteressarti