Cronaca Puglia sette 

L’Aeroporto del Salento riapre al traffico

Conclusa, nel rispetto del cronoprogramma, la prima fase dei lavori che ha comportato la temporanea chiusura dello scalo

Dopo la chiusura, dal 20 aprile scorso, per consentire la realizzazione della fase 1 dei lavori di riqualifica e ammodernamento della pista RWY 13/31 - la più invasiva del complesso cronoprogramma degli interventi -  da oggi l’Aeroporto del Salento è riaperto al traffico.

 I lavori di riqualifica e ammodernamento sin qui realizzati rappresentano la prima fase di un programma di interventi più ampio, che comporterà altri interventi che però non impatteranno sulla operatività dello scalo. La nuova configurazione di pista RWY 13/31, che entrerà in esercizio il 1° Luglio, consentirà l’ormeggio nel porto medio di Brindisi di imbarcazioni con air draft di 50 metri, così come previsto dal Protocollo di intesa sottoscritto tra Aeroporti di Puglia, ENAC, ENAV e Autorità Portuale.

 Per il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti “l’Aeroporto del Salento rappresenta una infrastruttura fondamentale per tutta l’area sud est. Uno scalo che ha ottenuto eccellenti risultati di traffico, frenati  unicamente dalla pandemia, e che da oggi si attesta a livelli ancor più alti di  condizioni operative e di sicurezza. Non si può non sottolineare, peraltro, come da questi interventi derivino grandi benefici per l’altra pilastro infrastrutturale della città, il porto: una sinergia di intenti che realizza quell’integrazione modale che rappresenta un unicum nel sistema dei trasporti di questo territorio e che ha pochi eguali a livello continentale” . 

Potrebbeinteressarti