Cronaca Porto Cesareo 

Musica e assembramenti, scatta controllo anticovid: 54enne ferisce poliziotto con piede di porco

È stato identificato e denunciato il responsabile dell’aggressione ad un poliziotto, avvenuta domenica a Porto Cesareo


 È stato identificato e denunciato il responsabile dell’aggressione al poliziotto avvenuta domenica scorsa sul litorale tra Porto Cesareo e Sant’Isidoro. Nell’occasione, infatti, intorno alle 19.30, arrivava un equipaggio della volante del commissariato di Nardò, eseguiva un controllo presso un bar della zona, sito sul litorale Porto Cesareo/Sant’Isidoro, in quanto era stata segnalata musica ad alto volume ed un evidente assembramento di giovani.

Sul posto, gli agenti avevamo modo di notare che, sia nei pressi del locale che nelle stradine vicine, vi erano parcheggiate numerose autovetture mentre nei pressi dell’ingresso del locale vi erano numerosissimi avventori – circa una cinquantina – intenti a consumare bevande alcoliche e senza indossare la mascherina di protezione, ciò in violazione delle norme per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Sul terrazzino del locale, dove gli agenti entravano con non poca difficoltà per il numero di avventori presenti, notavano due ragazzi intenti a smontare l’attrezzatura per dj, completa di consolle e casse acustiche.

Gli operatori iniziavano le operazioni di identificazione sia del proprietario del bar e sia degli avventori in un clima di forte ostilità, poiché molti si davano alla fuga, effettuando una documentazione fotografica della situazione con il proprio smartphone.

Nel corso delle operazioni di identificazione, uno degli avventori aggrediva alle spalle il capo pattuglia con un piede di porco, ferendolo al volto, procurandogli contusioni ed escoriazioni con una prognosi di dodici giorni

Nel pomeriggio di ieri, visionate le immagine e sentiti i titolari del locale, identificavano l’aggressore grazie anche al riconoscimento fotografico eseguito da alcuni avventori, nel copertinese A.L., classe 1967, denunciato per violenza e minacce a pubblico ufficiale e per lesioni personali aggravate. 

Per la reiterazione degli illeciti accertati nell’ambito del locale, nonché per la gravità del reato commesso nei confronti dell’operatore di polizia, nel corso dello svolgimento delle sue funzioni istituzionale, il Questore Andrea Valentino, ieri pomeriggio ha emesso un Decreto di sospensione della licenza di pubblico esercizio per giorni 15, notificato dalla Divisione polizia amministrativa e sociale diretta dal 1° dirigente De Bellis e dal Commissariato di Nardò. 


Potrebbeinteressarti