Cronaca Puglia sette 

In banca con un coltello, minaccia di morte i dipendenti. Arrestata 43enne: si era invaghita di un impiegato

La donna non sopportava di non essere corrisposta

Irrompe in banca con un coltello e minaccia di morte i dipendenti: è stata arrestata una 43enne che nel pomeriggio di ieri si è resa responsabile di uno spaventoso teatrino in una banca di Latiano.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, nel tardo pomeriggio la donna è entrata nell'istituto di credito Intesa San Paolo, in quel momento chiuso al pubblico, dopo aver forzato la porta d'ingresso e brandendo un coltello da cucina lungo 30 cm, aveva tentato di colpire il direttore e i dipendenti. 

Dagli accertamenti è emerso che la donna, dal mese di gennaio, aveva posto in essere atti persecutori e minacce anche a mezzo telefono, nei confronti di un dipendente di quell’istituto, del quale si era invaghita, non sopportando di non essere corrisposta. Proprio a seguito di tali rifiuti, asserendo infondatamente che l’uomo intrattenesse una relazione con un’altra dipendente della medesima banca, la 43enne nei giorni precedenti aveva minacciato esplicitamente il citato dipendente, riferendogli che si sarebbe presentata con un coltello presso la banca con l’intenzione di uccidere lui e la collega. Il coltello rinvenuto è stato posto sotto sequestro.

L’arrestata, concluse le formalità di rito, è stata tradotta presso la sua abitazione al regime degli arresti domiciliari.

Immagine di repertorio

Potrebbeinteressarti