Cronaca Puglia sette 

Vacanze di Natale e coprifuoco, linea dura del Governo: «Gesù può nascere due ore prima»

Il Dpcm del 4 dicembre conterrà le regole per le festività. Il Governo sembra fermo sull'ipotesi del coprifuoco alle 22 anche nelle Vigilia di Natale e Capodanno. No anche agli spostamenti tra Regioni

Linea dura del premier Conte in vista del Natale. Si avvicina il 4 dicembre, giorno in cui entrerà il nuovo Dpcm con le regole che disciplineranno il contrasto al Coronavirus nel periodo delle festività natalizie.

Si stanno susseguendo in queste ore i vertici tra Stato e Regioni per capire se e come allentare alcune delle restrizioni per limitare il contagio. Il presidente del Consiglio è fermo sull’idea di mantenere in vigore il divieto di spostamento tra Regioni, proprio per evitare gli errori della scorsa estate, ma con alcune eccezioni per concedere a genitori, figli e partner che sono lontani, di rivedersi.

Un altro punto cruciale è quello del coprifuoco: il Governo sembra non voler cedere  all’ipotesi di prolungarlo alle 24 nemmeno per le vigilie di Natale e Capodanno. «Far nascere Gesù Bambino due ore prima non è un’eresia» ha dichiarato il ministro Boccia durante il tavolo con le Regioni.

Slitta anche il ritorno a scuola per gli studenti delle superiori: l'ipotesi di anticipare il rientro al 9 dicembre non convince i Governatori delle Regioni che chiedono di rinviare l'apertura a gennaio.

Potrebbeinteressarti