Cronaca Lecce 

Con l'auto a folle velocità nel centro storico di Lecce, era ubriaco: 35enne nei guai

L'uomo è stato arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, e denunciato per danneggiamento, oltraggio, guida in stato di ebrezza e per essersi rifiutato di sottoporsi agli accertamenti alcolemici e degli stupefacenti

A folle velocità con l'auto nelle strade del centro storico di Lecce. È stato fermato ieri sera Daniele Costante, 35enne di Gallipoli, ed arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, mentre è scattata la denuncia per  danneggiamento aggravato, oltraggio a pubblico ufficiale, guida di un veicolo in stato di ebrezza e per essersi rifiutato di sottoporsi agli accertamenti alcolemici e degli stupefacenti.

Erano circa le 21 quando alla polizia è stata segnalato un Fiat Doblò che procedeva a forte velocità in via D’Amelio, minacciando i passanti verbalmente e che urtava con il  suo veicolo le macchine in sosta. 

Gli agenti della Sezione Volanti della Questura intervenuti hanno notato il veicolo segnalato che usciva da Piazza Duomo svoltando a destra in Via Vittorio Emanuele II. Nonostante intimassero l’alt attivando i dispositivi di segnalazione visivi ed acustici, l’autista del mezzo ha proseguito la marcia fino a poi fermarsi in Vittorio Emanuele II, nei pressi della Chiesa di Sant’Irene, dove è stato poi bloccato.

Sul posto i poliziotti hanno notato il Fiat Doblò con la parte anteriore completamente danneggiata dal lato destro e l’uomo che era alla guida, in evidente stato di ubriachezza.

Alla richiesta degli agenti di fornire le proprie generalità, l’uomo senza alcun apparente motivo, è andato in escandescenza, proferendo parole minacciose ed oltremodo oltraggiose nei confronti degli operatori. Inoltre ha iniziato a sputare colpendo in faccia i due agenti e, dopo un scatto d’ira, ha colpito con una manata in piena faccia un agente  mentre questi tentava, con non poche difficoltà di bloccare la sua azione violenta.

Una volta riusciti a introdurlo all’interno del veicolo, l’uomo, improvvisamente, ha scalciato verso la portiera posteriore sinistra infrangendo il vetro del finestrino provocandone il danneggiamento della portiera sinistra. Ha ripetuto poi l’azione verso la portiera posteriore destra danneggiandola in parte, sputando all’indirizzo degli operatori e all’interno dell’abitacolo e proferendo ancora parole minacciose ed oltraggiose.

Sul posto è intervenuto anche il personale della Polizia locale che ha effettuato  i  rilievi di competenza, accertando anche che in via Delle Bombarde vi erano tre fioriere ornamentali riverse in terra e danneggiate, il segnale stradale verticale inclinato e due bidoni della spazzatura riversi  a terra e danneggiati.

Dopo le formalità di rito Daniele Costante è stato tratto in arresto per il reato di resistenza a P.U. e, su disposizione del P.M. di turno accompagnato presso il suo domicilio in regime degli arresti domiciliati.

Potrebbeinteressarti