Cronaca Borgagne 

Positiva al Covid una dottoressa di Borgagne: avviato il tracciamento dei pazienti

La Asl è sulle tracce dei cittadini entrati direttamente in contatto con il medico tra il 19 e il 21 ottobre

Il coronavirus torna a colpire i medici di base. È accaduto a Borgagne, dove nella giornata di ieri è risultata positiva, la dottoressa Annunziata Donno.

«Cari assistiti, il mio pensiero -spiega la dottoressa-, in questo momento difficile per me e la mia famiglia, va a tutti voi, che, come me, avete appreso questa notizia della mia positività al tampone per il Coronavirus come un fulmine a ciel sereno! Non sto benissimo, ma sto cercando di affrontare la malattia con tutte le energie possibili. Volevo dirvi che ho fatto in modo che tutto fosse sotto controllo da subito, attivando tutte le autorità competenti! Purtroppo, nonostante tutte le misure di prevenzione, il nemico insidioso, come vedete, sta dietro l’angolo. Sto ricevendo un sacco di telefonate a cui non riesco a rispondere, perché non ce la faccio per via dei miei sintomi. Vi chiedo conforto e vi stringo a me con affetto, nella speranza che tutto si risolva nel migliore dei modi e nel più breve tempo possibile.

Sappiate che non sarete lasciati soli, perché, compatibilmente col mio stato di salute, collaborerò con chi mi sostituirà nei prossimi giorni (per il momento la dottoressa Aventaggiato, poi provvederò a chiedere un ulteriore affiancamento). Grazie».

A commentare la notizia è il sindaco di Melendugno Marco Potì, informato dal Dipartimento di Prevenzione dell'Asl.

«Insieme ai responsabili dell’Asl, alla preziosa collaborazione del medico e alla generosa disponibilità di tutti i consiglieri comunali di Borgagne (di maggioranza e minoranza) - scrive il primo cittadino - siamo in attività dalla serata di ieri, per ricostruire ed avvertire preventivamente tutti i cittadini entrati direttamente in contatto con il medico tra lunedì 19 e mercoledì 21 ottobre. Nel corso della giornata di oggi i responsabili Asl contatteranno telefonicamente i cittadini interessati, disponendo per essi i protocolli di prevenzione previsti.

La situazione è comunque al momento sotto controllo ed è seguita da vicino dal dipartimento di prevenzione dell’Asl e dall’amministrazione comunale, per quanto di competenza.

Potrebbeinteressarti