Cronaca Lecce 

Altri guai per un 25enne leccese già arrestato per furto: finisce in carcere

A carico di Donato Camass, autore di furti in serie tra luglio e agosto, altri due episodi.


Si allunga la lista dei furti attribuiti a Donato Camassa, 25enne leccese, già arrestato in quanto responsabile di innumerevoli furti aggravati, di varia specie e natura, perpetrati, prevalentemente sul territorio del capoluogo salentino nel periodo tra luglio e agosto.  


A seguito di ulteriori attività di indagine della Polizia sono stati attribuiti al giovane altri due furti commessi nel mese di ottobre. Uno a danno di un cittadino della Guinea, fatto in strada in via Schipa, la sera del 12 ottobre. In quell'occasione Camassa ha avvicinato lo straniero con la scusa di proporgli l’acquisto di un telefono cellulare. Davanti al disinteresse del compratore, gli ha chiesto una sigaretta ma quando l'uomo ha tirato fuori dalla tasca della giacca un pacchetto di sigarette per prelevarne una si è accorto che nel pacchetto era custodito del denaro, circa 75 euro, e se ne è impossessato dileguandosi nelle traverse limitrofe.

L’altro furto è avvenuto, lo stesso giorno, in un appartamento.

La proprietaria ha raccontato che qualche giorno prima del furto, aveva prestato la sua bicicletta ad un vicino di casa, lasciandogli momentaneamente anche le chiavi dell’appartamento che erano insieme a quelle del lucchetto, con l’accordo che le chiavi sarebbero state lasciate in un vaso. La mattina successiva la donna ha trovato le chiavi su un mobile di casa, costatando la mancanza di due telefoni cellulari, un anello ed alcuni oggetti d’arredo.


  

Potrebbeinteressarti