Politica Puglia sette 

Fitto dopo la disfatta: «Gravi offese contro di me da Emiliano e Vendola»

L'ex candidato alla presidenza della Regione torna parlare ai suoi elettori: «Grazie alle 700mila persone che mi hanno sostenuto»

All'indomani della débacle politica, Raffaele Fitto torna a parlare ai suoi elettori.

«Ho avuto bisogno di qualche ora di riposo e di stare un po’ con la mia famiglia - esordisce l'ex candidato alla presidenza della Regione Puglia - Sento il bisogno di ringraziare tutti: i 724.928 pugliesi che mi hanno dato fiducia e che hanno creduto nel progetto del centrodestra, i leader dei partiti della coalizione: Matteo Salvini e Silvio Berlusconi, con quest'ultimo ci siamo davvero ritrovati anche e soprattutto dal punto di vista umano, ma in particolare Giorgia Meloni che non ha mi hai fatto mancare vicinanza politica e personale, dimostrando uno spessore politico fuori dal comune.

Ringrazio gli amici dell’Udc-Nuovo Psi, de La Puglia Domani, i 250 candidati (auguro un buon lavoro ai consiglieri eletti!) ed a tutti coloro che mi sono stati vicini in quella che non ho il timore di definire la più entusiasmante campagna elettorale che abbia mai fatto.

E’ vero non abbiamo vinto - nonostante i sondaggi, i pronostici del giorno prima, ma soprattutto le piazze che ci raccontavano il contrario – ed è chiaro che c’è delusione, ma ci saranno altri momenti e luoghi per analizzare cosa è successo.

Ho trovato, però, incivile e violenta la “falsa campagna di comunicazione contro di me che ha visto come protagonisti i principali esponenti del centrosinistra a partire da Emiliano, al quale auguro buon lavoro, e Vendola che insieme ad un esercito di insultatori professionisti (che proprio sulla rete hanno dato il “meglio di sè) mi hanno aggredito quotidianamente con dichiarazioni pesanti, tante notizie false e gravemente offensive.

La durezza dello scontro politico, per quanto mi riguarda, non deve mai degenerare!

Per questo proprio a loro rivolgo un saluto ed un auspicio: spero possano trasmettere, soprattutto ai loro figli, valori e sentimenti come il rispetto e la buona educazione  (soprattutto per gli avversari).

Un saluto anche  a tutti gli altri candidati alla presidenza con i quali ho avuto modo di confrontarmi talvolta anche con durezza ma sempre con rispetto.

Per il resto, chi mi conosce sa bene che, da domani, si riparte con serietà e rinnovato entusiasmo rappresentando con coerenza e competenza le aspettative dei tanti nostri elettori. GRAZIE!»

Potrebbeinteressarti