Cronaca Puglia sette 

Battuta di pesca finisce in tragedia: muore sub 23enne

Il giovane originario del Friuli Venezia Giulia era ospite di alcuni amici a San Michele Salentino e ha trovato la morte nelle acque di Brindisi

Si è conclusa tragicamente la battuta di pesca subacquea di un turista 23enne originario del Friuli Venezia Giulia ed in vacanza-lavoro presso amici a San Michele Salentino. Il corpo del giovane sub, scomparso alla vista del suo compagno di pesca durante la mattinata, è stato avvistato e recuperato nel tardo pomeriggio di ieri adagiato sul fondo ad una profondità di circa 23 metri. Le operazioni di ricerca e soccorso coordinate dalla Guardia Costiera di Brindisi sono scattate immediatamente dopo l'allarme tramite l’invio delle dipendenti unità navali SAR CP 844, GC A94 e GC B18. A bordo di questi ultimi due mezzi si sono imbarcati i militari del 1° Nucleo Subacqueo della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto che, in questi giorni, stava operando per altre esigenze istituzionali nei porti di Brindisi e Villanova.

Alle ricerche in mare hanno partecipato anche un velivolo ed un Nucleo Subacquei del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

La zona di pesca è risultata essere poco fuori dal porto di Brindisi, nelle prospicienze del segnalamento marittimo cardinale localmente noto come “lu trumbillu”.

La salma del giovane è stata recuperata e trasportata presso il porto di Brindisi dove, a seguito dell’intervento del medico legale, su disposizione del Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi - Dr.ssa Orlando - è stata restituita ai familiari.

Potrebbeinteressarti