Cronaca Sanità Lecce 

Asl, svolta per 138 precari: via alla stabilizzazione e al contratto a tempo indeterminato

Firmato il contratto a tempo indeterminato per 138 precari ASL Lecce. Il Dg Rollo presente all’atto

Tra oggi e venerdì 3 luglio, 138 precari della ASL Lecce firmeranno un contratto di stabilizzazione a tempo indeterminato. La procedura coinvolge 138 operatori tra personale medico, tecnico professionale e infermieristico dirigenziale e no del Comparto Sanità, in possesso dei requisiti per la stabilizzazione previsti a norma di legge.

Questa mattina sono stati in 60 a firmare un contratto a tempo indeterminato al primo piano della Direzione generale di Via Miglietta 5, per tutti gli altri la firma è in programma venerdì 3 luglio.

Grande soddisfazione del Direttore generale Rodolfo Rollo, presente alla firma dei contratti: «Oggi per la Direzione generale della ASL di Lecce è un giorno importante, per nulla liturgico o burocratico. Ci ho tenuto ad accogliere di persona tutti gli operatori stabilizzati nel loro primo giorno di lavoro a tempo indeterminato perché da oggi, con mia grande gioia, entrano effettivamente a far parte della nostra Azienda sanitaria».

«Arrivano in una fase particolare per due ragioni – prosegue Rollo -, perché a livello internazionale si è compreso che i servizi alle persone sono il fulcro del nostro futuro, per cui transitiamo dalla stagione dei tagli a quella degli investimenti in sanità pubblica, e poi perché nella fase post Covid la nostra grande sfida è quella dell’organizzazione e della qualità delle cure che sapremo destinare a un milione di cittadini che meritano risposte adeguate».

«Da oggi donne e uomini, alcuni con 10 anni di precariato alle spalle – conclude -, che con competenza, sacrifici e professionalità hanno portato avanti per anni settori vitali della nostra Azienda, avranno un contratto a tempo indeterminato. È un bel giorno quindi, per loro e per noi, perché riconosciamo diritti, tutele e dignità. Auguro loro buon lavoro e una carriera di impegno e successi». 


Potrebbeinteressarti