Cronaca Nardò Uggiano La Chiesa 

Parrucchieri ed estetiste a domicilio nonostante i divieti: sindaci chiedono controlli

Un fenomeno che, stando alle segnalazioni dei cittadini, sarebbe ancora in atto, nonostante i divieti per le misure anti-contagio. I sindaci chiedono l’intervento delle forze dell’ordine

Parrucchieri ed estetiste porta a porta: il Coronavirus non sembrerebbe fermare attività, per di più abusive, e a domicilio. Alcuni sindaci salentini, infatti, starebbero raccogliendo da giorni segnalazioni da parte dei propri concittadini e avrebbero deciso di chiedere l’intervento delle forze dell’ordine.

Il primo, in ordine di tempo, è stato Salvatore Piconese, primo cittadino di Uggiano La Chiesa, che ha indirizzato una lettera alla Polizia Municipale, alla Guardia di Finanza, ai carabinieri e alla Polizia di Stato, operanti sul territorio, chiedendo, a tutela della salute pubblica e del rispetto delle categorie, specifici controlli contro il fenomeno in atto.

Ancora più netto il sindaco di Nardò, Pippi Mellone, che parla di “tolleranza zero” nei confronti di quanti svolgono l’attività e assicura che gli agenti della Polizia locale, anche in borghese, stiano già vigilando per scovare gli eventuali trasgressori. 

 

Potrebbeinteressarti