Cronaca Lecce 

Coronavirus e rincaro dei prezzi: primi controlli negli esercizi commerciali

Dalle verifiche degli agenti della Municipale riscontrati solo aumenti su alcuni prodotti per la casa, ma i prezzi risentirebbero di un rincaro dovuto alla filiera di distribuzione

Controllo al rincaro dei prezzi nei supermercati e negli esercizi commerciali di Lecce: sono stati attivati in queste ore i primi controlli da parte della Polizia Locale, con verifiche soprattutto su generi di prima necessità come farina, uova, frutta e verdura e prodotti per l’igiene della casa, come detergenti e disinfettanti.

Dai primi riscontri, nella quasi totalità dei generi alimentari controllati, i prezzi non hanno presentato scostamenti significativi rispetto alla media pre-emergenza sanitaria. Fanno eccezione alcuni prodotti per la casa, i cui prezzi risentono di un rincaro attribuibile alla filiera di distribuzione, come documentato dalle fatture di acquisto esibite degli esercenti.

Controllate in tutto 78 attività commerciali, tutte risultate in regola rispetto alle misure di contenimento del contagio da Covid-19.

Verifiche anche lungo le arterie stradali di ingresso in città: controllato il City Terminal di piazzale Carmelo Bene dove è stato intercettato un bus di linea interregionale proveniente da Matera, con a bordo un unico passeggero, munito di motivata autodichiarazione, che veniva sottoposto a controllo termico dagli operatori della Croce Rossa e segnalato alle autorità sanitarie per l’obbligo di quarantena fiduciaria.

Medesima segnalazione ha riguardato una cittadina austriaca, residente a Lecce e rientrata da un viaggio di lavoro, controllata all’arrivo in città presso una società di autonoleggio. In tutto, sono state acquisite 117 autocertificazioni e non è stata contestata alcuna violazione.

 

Potrebbeinteressarti