Cronaca Surbo 

Covid, muore un 40enne di Surbo. È la vittima del virus più giovane del Salento

L'uomo, che soffriva di asma, era stato ricoverato con lievi sintomi oltre 15 giorni fa. Grande sgomento nella comunità di Surbo

È morto durante la notte dopo oltre 15 giorni di ricovero al Vito Fazzi di Lecce. Si tratta di un 40enne di Surbo, la vittima più giovane del Covid-19 nel Salento.

L'uomo soffriva di asma ed era stato ospedalizzato perché risultato positivo con dei leggeri sintomi. Sposato e padre di due bambini, lavorava in un'azienda della zona industriale leccese. Il parroco della chiesa Santa Maria del Popolo di Surbo, don Mattia Murra, ha commentato così la scomparsa del giovane concittadino: «Il mostro ha portato via un uomo di fede, un padre amorevole, uno sposo fedele. Non abbiamo parole, in realtà non vogliamo averne». 

La famiglia del 40enne deceduto si trova in quarantena. I funerali si svolgeranno nel pomeriggio e saranno celebrati da don Mattia Murra.

Potrebbeinteressarti