Politica Copertino 

Copertino, De Giorgi attacca Schito sulla Tari: “Aumentata la tassa ai cittadini”

Il consigliere comunale di Forza Italia critica anche i colleghi di opposizione rimasti in aula nell’ultima assise che ha visto l’assenza del primo cittadino e di alcuni consiglieri positivi al Covid.

Il consigliere comunale di minoranza a Copertino, Vincenzo De Giorgi, attacca la maggioranza di governo del sindaco Sandrina Schito e alcuni colleghi di opposizione, per i risvolti su Tari e tenuta del numero legale in aula, nell’ultima assise che ha visto l’assenza del primo cittadino e di alcuni consiglieri positivi al Covid.

“Un Consiglio Comunale con i numeri garantiti solo dai consiglieri di opposizione – ha scritto in una nota Vincenzo De Giorgi - ha consentito l’aumento delle tasse, e questo nonostante i termini per l’approvazione del Pef e delle tariffe Tari fossero slittate al 31 maggio. La maggioranza non aveva i numeri per operare in modo legittimo visto che la seduta era stata convocata in modalità mista, attualmente non prevista dalle norme regolamentari dal momento che il periodo di emergenza legato al Covid è terminato il 31 marzo scorso e, ad oggi, il sindaco ed i suoi compagni non hanno ancora messo mano al regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale. In assise è andata in scena l’ennesima farsa di una maggioranza che dimostra ogni giorno di più le proprie lacune.

In apertura del mio intervento ho chiesto chiarimenti al presidente del Consiglio ed alla segretaria comunale in merito alla legittimità dell’operato del Consiglio ma ho ricevuto solo risposte vacue. Peccato che gli altri consiglieri di opposizione abbiano preferito continuare la seduta, consentendo così alla maggioranza di aumentare le tasse ai cittadini. Evidentemente per loro sono stati sufficienti i soli due giorni messi a nostra disposizione per valutare le carte relative ad una delibera così importante per la vita della nostra comunità. Avrei preferito che venisse fissata un’altra data per poter studiare le delibere ed eventualmente aiutare la maggioranza a trovare soluzioni che consentissero un minore aumento delle tasse e, invece di apprezzare il mio impegno, c’è chi mi già mi ha criticato. Invito ufficialmente il sindaco a mettere mano alla riforma del regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale poiché è possibile che non sempre trovi un’opposizione così magnanima nei suoi confronti. L’amministrazione di una Città – ha concluso De Giorgi - è una cosa seria”.





Potrebbeinteressarti