Politica Copertino 

Troppi contagi nel comune, la sindaca emana l’ordinanza per la didattica a distanza

La prima cittadina Schito ha emanato un’ordinanza per far ripartire la didattica distanza: superati i mille contagi in paese

Si riparte con la didattica a distanza a Copertino: è quanto disposto dalla sindaca, Sandrina Schito, alla luce dei numerosi contagi riscontrati sul proprio territorio e in particolare nelle categorie più giovani, con propria ordinanza comunicata al prefetto di Lecce, dopo uno specifico confronto col Dipartimento di Prevenzione, i dirigenti scolastici e i medici.

A Copertino, infatti, nelle scorse ore è stata superata la soglia dei mille positivi: ad oggi sono 1087: “Ma le persone positive potrebbero essere molte di più - avverte la sindaca -, perché parte delle attività di tracciamento sono saltate”.

La sindaca parla di “decisione a tutela dei ragazzi e delle famiglie” e chiede a tutti di fare la propria parte, continuando a rispettare le regole e le buone prassi per evitare la diffusione del contagio.

Nelle ultime ore, inoltre, la prima cittadina ha ricevuto una nota dei pediatri locali che sottolinea come il contagio si stia enormemente diffondendo tra i bambini e i ragazzi: inevitabile dunque la decisione della sindaca, sentite le dirigenti scolastiche, di emanare un’ordinanza con cui bloccare per la prossima settimana le lezioni in presenza.

“Una decisione a tutela dei ragazzi e delle famiglie - spiega Sandrina Schito -, in attesa che questi numeri preoccupanti scendano. E invitando tutti a rispettare le regole anti-contagio, in testa l’obbligo di mascherine e il distanziamento, perché questa variante Omicron è altamente contagiosa e non meno pericolosa delle altre che abbiamo sperimentato nelle precedenti ondate pandemiche”.

Sempre stamattina ha iniziato a funzionare il drive-through allestito presso il campo sportivo “G. Vantaggiato”, dove le operazioni di tamponamento sono partite in orario e senza grandi attese per gli utenti in coda: un centinaio i tamponi effettuati nelle primissime ore di attività della postazione. “Quest’opportunità aiuterà i nostri concittadini a monitorare le loro situazioni senza necessità di andare a Lecce”, conclude la sindaca Schito, “ed è un fatto non da poco, in un momento difficile come questo”.

 

Potrebbeinteressarti