Scuola Copertino 

Riaprono le palestre delle sedi scolastiche di via Mogadiscio e via Fatima a Copertino

La ristrutturazione è stata possibile grazie al ricorso ai fondi europei, ministeriali e comunali

Riconsegnate all’Istituto comprensivo “San Giuseppe da Copertino”, a Copertino, le palestre delle due sedi scolastiche di via Mogadiscio e via Fatima, che necessitavano di interventi di ristrutturazione e messa a norma. La ristrutturazione è stata possibile grazie al ricorso ai fondi europei, ministeriali e comunali: “Finalmente, grazie alla sensibilità di quest’amministrazione comunale, le due strutture sono adesso in regola”, spiega Eleonora Giuri, dirigente dell’Istituto che ospita 836 studenti in tutto. “Adesso i nostri ragazzi potranno usufruire di tutto ciò che in una scuola dovrebbe essere scontato, ovvero di un ambiente pulito e sicuro in cui esercitare il più bello dei diritti: imparare”.
La riconsegna, allietata da un momento musicale a cura del coro d’istituto “Fantasie di voci” e della “Saint Joseph School Orchestra”, è avvenuta alla presenza della sindaca Sandrina Schito e dell’assessore alla Pubblica istruzione Carlo Agostini. Dice la prima cittadina: “La salubrità e la sicurezza degli ambienti in cui si formano i nostri ragazzi è davvero il primo dei diritti, come sottolinea la preside Giuri. Per questo l’amministrazione comunale che mi onoro di rappresentare ha ritenuto di dover percorrere tutte le strade necessarie a reperire il finanziamento di questi interventi nonostante i tempi difficili in corso. E per questo voglio ringraziare anche l’area tecnica del Comune che ha lavorato alacremente sapendo quanto per noi la scuola fosse una priorità”. “Ogni volta che vengono riconsegnate una scuola o una palestra ristrutturate e adeguate alle norme è un traguardo nel percorso educativo”, aggiunge Carlo Agostini, assessore comunale alla Pubblica istruzione. “Significa che è stato messo un altro tassello al processo di evoluzione che permette alle giovani generazioni di coniugare studio e attività fisica, acquisire un corretto stile di vita e contribuire a far crescere cittadine e cittadini di domani”.



Potrebbeinteressarti