Cronaca Copertino 

Più di 70 piante di cannabis e 120 panetti di hashish: in carcere coltivatore copertinese

L’uomo aveva a casa altri 800 grammi di marijuana essiccata e materiale per il confezionamento

Nella tarda serata di ieri, gli agenti in servizio alla Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Lecce, hanno arrestato Sergio Eugenio Cordella, 55enne copertinese, ritenuto responsabile di coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente.

All’interno di un appezzamento di terreno confinante con la Strada Provinciale Leverano – Nardò, in agro di Copertino, gli agenti hanno trovato piante di canapa indiana piantumate. In particolare, nel terreno ricadente in contrada Marasco, regolarmente recintato e chiuso con un cancello in ferro assicurato con un lucchetto di sicurezza, c’erano 72 piante di cannabis, messe a dimora lungo il perimetro del muro di cinta e, all’interno di un piccolo fabbricato di legno, 120 panetti di hashish per un peso complessivo di 12 Kg, contraddistinti dall’etichetta con la scritta “Ben&Jerry’s”. Ulteriori ricerche hanno permesso di recuperare un altro panetto di hashish del peso di 50 grammi insieme a 800 grammi di marijuana essiccata e del materiale utilizzabile per il confezionamento dello stupefacente.

Cordella, proprietario e conduttore del terreno, aveva nascosto, presso la propria abitazione a Copertino ulteriore marijuana pari a poco più di 60 grammi, oltre a due macchine confezionatrici per sottovuoto complete di buste in cellophane dello stesso tipo di quelle ritrovate e un bilancino elettronico di precisione.

Al termine delle formalità di rito, l’uomo, è stato trasferito presso la casa circondariale di Lecce. 

Foto di repertorio

 

Potrebbeinteressarti